Altreconomia e le acque minerali

Vi ricordate la campagna “Mettiamola fuorilegge “? Qualche mese fa Altreconomia ha avviato una raccolta di firme per regolamentare la pubblicità relativa all'acqua in bottiglia. Bene, sembra che questa iniziativa stia iniziando a dare fastidio a qualcuno, dal momento che Ferrarelle SpA ha diffidato Altreconomia a continuare la campagna usando immagini di prodotti a marchio Ferrarelle.

Altreconomia   bha rassicurato l'azienda imbottigliatrice che l'uso di imamgini di acqua Ferrarelle e di un altro marchio era puramente esemplificativa, ed ora sta usando un'immagine con tutte le più diffuse marche di acqua in bottiglia.

In realtà, dietro alla diffida, cìè ben altro che l'uso di immagini di bottiglie. Scrivono infatti gli avvocati della Ferrarelle che «La condotta posta in essere dall'Editore e dalla Direzione della Rivista costituisce una chiara e temeraria violazione dei limiti “ben circoscritti- posti al diritto di critica».

Vi riporto qui di seguito la risposta data da  Altreconoia ,  perchè mi sembra significativa:

«Ecco, questa forse è la posta in gioco: abbiamo semplicemente fatto il nostro dovere di giornalisti, e non è una colpa ma semmai un merito quello di citare i fatti e i protagonisti con nomi e cognomi.

Certo, siamo ben consci che spesso siamo dei Davide di fronte ad aziende plenipotenziarie, ma questo non ci dissuade dall'avere il coraggio (noi preferiremmo dire semplicemente: la responsabilità) di chiamare le cose con il loro nome. è questo “andare oltre il diritto di critica”?

A meno che l'andare oltre sia quell'immaginare il futuro, quel riflettere insieme sulle scelte individuali e collettive, anche sulle regole, che una comunità si dà per vivere insieme.

Ecco, sì: forse quello che per qualcuno è inaccettabile è quest'idea che, per difendere l'ambiente e il bene di un'acqua che sgorga direttamente nelle nostre case, senza fatica e con bassi costi, si possa arrivare anche a immaginare di normare la pubblicità.»

Avete capito? Parlare di regolamentare la pubblicità dell' acqua in bottiglia è una temeraria violazione dei limiti del diritto di critica! La mia impressione è che nono valga nemmeno la pena di parlare più di questi signori che prendono l'acqua e la chiudono in bottiglia. Ignoriamoli e soprattutto beviamo solo acqua del rubinetto!

Di Marco Pagani

Fonte blogosfere.it

Pubblicato da Fiore

Condividi questo articolo