Altroconsumo, Peugeot 207 Ecoline difettosa

Decine di consumatori hanno denunciato all'Associazione un difetto strutturale dell'auto. Altroconsumo ha scritto una diffida alla casa automobilistica e chiede maggiori informazioni ai consumatori. La Peugeot 207 Ecoline gpl/benzina è difettosa. Lo hanno denunciato ad Altroconsumo decine di consumatori, da diverse parti d'Italia. Altroconsumo ha scritto una diffida formale alla casa automobilistica chiedendo il rispetto della legge in tema di sicurezza dei prodotti e tutela del consumatore, con riferimento al Codice del Consumo.

Il problema riscontrato dai consumatori riguarda un difetto strutturale della propria auto: il motore si spegneva improvvisamente durante la marcia, spesso (ma non solo) se alimentato a gpl e con il condizionatore acceso. Alcuni proprietari dell'auto si sono rivolti al proprio concessionario nei mesi scorsi, segnalando il difetto. Il software della centralina veniva aggiornato, ma il difetto si ripresentava ancora.

Soltanto nel 2009, da gennaio a settembre, sono state 13.721 le Peugeot 207 Ecoline immatricolate (dati Urae). Dato che si tratta di un'auto ad alimentazione gpl/benzina, il prodotto è stato proposto ai consumatori in una fascia di prezzo allettante, beneficiando per i primi nove mesi di quest'anno di ben 20.581.500 euro in ecoincentivi.

“Non male, come utilizzo di soldi pubblici, per un'auto difettosa” commenta Altroconsumo, aggiungendo che “se non sarà reso noto il potenziale pericolo a chi utilizza l'auto attraverso un'ampia e capillare campagna d'informazione a tutti i possessori dell'auto difettosa (e non sarà garantito un intervento gratuito di soluzione del problema), l'Associazione dei consumatori porterà la Peugeot di fronte al giudice”.

Altroconsumo ricorda alcuni precedenti simili: nel 2002 il tribunale di Torino impose alla Fiat il ritiro di 40.000 Lancia Dedra per difetto strutturale (i fumi di scarico rientravano nell'abitacolo) dopo la segnalazione di Altroconsumo.

2009 – redattore: GA

Fonte: helpconsumatori.it

Condividi questo articolo