Anziani soli, spesso abbandonati, a volte costretti a gesti estremi

Le cronache dei giornali raccontano storie di solitudine e disperazione. Condizioni di vita che portano a compiere atti solo apparentemente folli.

Firenze, 15 novembre. Sono le otto del mattino quando, nella periferia nord della città, il quartiere viene scosso dal rumore di una deflagrazione. Lo scoppio di una bombola del gas ha danneggiato gravemente l'appartamento teatro dell'accaduto. Non solo, ha ferito un uomo, ricoverato immediatamente all'ospedale Careggi. R.D.P., di 74 anni, viveva da solo. Le forze dell'ordine, accorse sul posto, non hanno tardato molto nel supporre che lo scoppio fosse stato provocato dallo stesso anziano. Gli accendini trovati intorno alla bombola del gas e le operazioni di sgombero coatto che di lì a poco sarebbero iniziate hanno fatto immediatamente pensare a un atto dimostrativo.
Isola d'Elba, 14 novembre. Una signora che vive da sola a Cavo, frazione del comune di Rio Marina, Isola d'Elba è costretta a ricorrere agli operatori del Telesoccorso Elba per due volte in un giorno. La mattina, scendendo dal letto, scivola e rimane immobile sul pavimento. La sera, intorno alle 23, scivola ancora ma questa volta sbatte la testa sul termosifone in ghisa. La situazione è grave e gli operatori del telesoccorso inviano immediatamente un'ambulanza.
Firenze, 13 novembre. è la paura di non farcela, di non essere più autosufficienti e, quindi, in grado di badare a loro stessi, che spinge due cognati a chiudersi in un'auto e a suicidarsi con il gas di scarico. Accade nella periferia sud della città. Lei ha 85 anni, lui 88.
Solitudine, abbandono, spesso la lontananza dalle famiglie, o la stessa incuria della famiglia, non fa altro che aumentare il senso di angoscia e incertezza o, peggio ancora, inutilità. Emergono le paure per il futuro, un futuro che si vorrebbe sereno, magari accanto ai propri cari. Eppure, troppo spesso ciò non accade. E per chi ha la fortuna di potersi permettere una residenza per anziani? A volte è anche peggio. è di qualche giorno fa la denuncia della Cisl pensionati di Messina che ha deciso di monitorare le strutture della zona. Quasi nessuna rispetta le caratteristiche di attrezzature, sicurezza e agibilità stabilite per legge. Mentre gli altri anziani della zona vivono, in media, con 500 euro.
Fonte: Ageingsociety.

Condividi questo articolo