Arriva il vademecum CODICI per una "tintarella con i fiocchi"

Per una tintarella a prova di salute non basta affidarsi alle creme abbronzanti.Occorre prevenire. E occorre scegliere una sana e corretta alimentazione che stimoli la produzione di melanina e svolga un'azione antiossidante. Quali gli alimenti preferibili? Carote, cicoria, lattuga, melone giallo e sedano, peperoni e pomodori, pesche gialle e cocomeri. Lo afferma il CODICI: “La prima regola – commenta il segretario nazionale del CODICI, Ivano Giacomelli – sta nella prevenzione. Prevenire non si riduce al solo acquisto di creme solari, ma a praticare una sana e corretta alimentazione”.

Ecco dunque il vademecum dell'associazione per una “tintarella con i fiocchi”:

  • Verificare che sulla confezione sia riportato il fattore di protezione specifico, espresso con un valore numerico
  • Non fidarsi dei solari che parlano di alta o media protezione senza indicare un valore numerico del SPF, perché a queste diciture corrispondono solo specifici valori (si parla di alta protezione solo per SPF compresi tra 20 e 40)
  • Osservare se sulla confezione sia indicata la data di scadenza
  • Scegliete sempre e solo solari resistenti all'acqua, perché sono gli unici che continuano a proteggervi anche dopo il bagno o la doccia
  • Ricordare sempre di praticare una sana e corretta alimentazione e di bere molta acqua, per una pelle sempre idrata
  • Evitate i solari che riportano in etichetta la definizione “testati ( solo) in vitro”. Oggi per valutare se un prodotto è veramente efficace sono infatti necessari test in vivo sull'uomo con l'uso di lampade che producono radiazioni simili a quelle del sole. I test in vitro sono utili (e facoltativi) ma non sufficienti
  • In caso di soggetti allergici, controllate sulla confezione che l'ipoanallergenicità del prodotto sia stata testata presso centri specializzati (prodotto dermatologicamente testato)
  • Evitare di usare oli o creme non prodotte con l'obiettivo di proteggere dai raggi solari, in quanto troppo aggressive e non efficaci.

redattore: BS

Fonte: Help consumatori

Condividi questo articolo