Arsenico nel riso, l'Italia è la terza

Riguarda l'Italia molto, molto da vicino l'allarme lanciato in Inghilterra a proposito della presenza di alti livelli di arsenico nel riso. Un decimo dei campioni ne contiene più di quanto consente la legislazione cinese, che è particolarmente severa dal momento che il riso è la base dell'alimentazione locale.

 L'Unione Europea invece non ha regole in materia. E i risi di provenienza italiana sono al terzo posto nella classifica dell'arsenico redatta in Inghilterra. Da questo punto di vista sono peggiori solo quelli provenienti da Usa e Francia. ViaTelegraph.

Fonte: www.sanablog.it

Condividi questo articolo