Assicurazione sulla casa

La casa e i suoi occupanti sono beni preziosi: puo' essere utile tutelarsi contro vari rischi stipulando un'assicurazione. Un'assicurazione sulla casa tutela non solo le strutture dell'edificio stesso, ma anche tutti gli oggetti in esso contenuti. Pertanto, al momento di scegliere una polizza è bene valutarla attentamente e confrontarla con altre, per trovare la soluzione più adeguata alle proprie esigenze.

I punti da considerare, nel valutare le caratteristiche di una polizza, sono in particolare questi:

- il premio, cioè l'importo annuale da pagare;
- la copertura, cioè gli eventi e i danni inclusi nella polizza;
- le esclusioni;
- gli extra, quelle coperture aggiuntive disponibili pagando un premio più alto.

Una polizza assicurativa copre i danni provocati da incidenti domestici o calamità naturali alle strutture dell'immobile (pareti, tetto, solaio, porte, finestre, ecc.), ed a quanto in esso è contenuto.
Tuttavia i rischi a cui può essere soggetto un edificio sono numerosi e diversi e dipendono anche dall'ubicazione.
E' quindi opportuno valutare quale siano quelli maggiori a cui è soggetta la propria casa, per scegliere la polizza più idonea.

I rischi più frequenti sono i seguenti:
- l'incendio, che può essere provocato da corto circuiti, impianti elettrici difettosi, apparecchi da riscaldamento e camini;
- le avverse condizioni atmosferiche come pioggia, neve, trombe d'aria, ecc.;
- gli scoppi e le esplosioni causate, ad esempio, da fughe di gas;
- allagamenti causati da impianti idrici difettosi, lavatrici o lavastoviglie;
- eventi calamitosi, come terremoti o alluvioni.


Le polizze assicurative possono includere anche delle coperture accessorie, come, ad esempio, l' indennità affitto, che ripaga le spese di locazione per una sistemazione alternativa per il periodo in cui sarà necessario effettuare i lavori di ripristino, il rimborso sgombero, che paga le spese per il trasporto delle macerie, l'assistenza del perito chiamato per stimare i danni.

I beni e gli oggetti contenuti in una casa sono esposti anche al rischio di furto.
L'assicurazione ripaga tutto ciò che, in una casa, può essere portato via o danneggiato, dai mobili agli elettrodomestici, dall'abbigliamento ai libri.
Invece denaro e oggetti particolarmente preziosi vengono di solito assicurati a parte, con polizze proporzionate al loro valore.

Le polizze assicurative sono comunque piuttosto flessibili, per cui è possibile richiedere delle soluzioni personalizzate per coprire oggetti come gioielli, pellicce, documenti.

Esistono due tipi principali di polizza contro il furto in casa.
Con la formula Primo rischio relativo, i danni vengono liquidati in maniera proporzionale al loro valore dichiarato.

Con la formula Primo rischio assoluto viene invece liquidato l'intero danno fino al raggiungimento del massimale, quindi si tratta del tipo di polizza che offre maggiori garanzie.
Al momento di stipulare una polizza contro il furto sarà necessario stilare un elenco di tutti gli oggetti preziosi che si intendono assicurare e del loro valore, elenco che andrà progressivamente aggiornato in caso di acquisto di altri oggetti pregiati.
Può essere utile, inoltre, fare delle foto di questi, anche per facilitarne il ritrovamento.

Le polizze contengono diverse clausole, dovute anche all'incremento che si è avuto, nel corso del tempo, del numero dei furti in casa.
Così l'assicurazione coprirà il danno di un furto solo nel caso in cui la porta dell'alloggio sia stata effettivamente forzata e non anche se una via d'ingresso è stata lasciata inavvertitamente aperta o se il ladro è riuscito a farsi aprire con l'inganno.
Le compagnie tengono poi conto delle caratteristiche e dell'ubicazione dell'alloggio: così i premi cambiano a seconda della città in cui l'immobile si trova, o della zona della città, se si tratta di un edificio isolato e a seconda del piano in cui si trova l'appartamento.
Esse richiedono inoltre un minimo di standard di sicurezza, mediante l'installazione di porte e finestre rinforzate o blindate e offrono sconti se l'assicurato ha installato un antifurto.

Ma una casa, con le sue strutture, finiture ed accessori può anche arrecare danno a terzi.
E' il caso, ad esempio, di una tubazione che, rompendosi, provoca l'allagamento dell'appartamento sottostante, oppure di un oggetto che può cadere su un passante o su un'auto in sosta.
Questi rischi sono coperti dalla polizza Rischio civile, che riguarda sia i danni alle cose che alle persone.

Questo tipo di soluzione è molto utile sia per privati che per condomini.
arch. Carmen Granata

Fonte: www.lavorincasa.it

Condividi questo articolo