BENESSERE: LAVORO DENTRO E FUORI CASA, IL 61% DEGLI ITALIANI HA LE PILE SCARICHE

Il 61% degli italiani è troppo stanco per fare quello che gli piace e l'81% non ha abbastanza tempo da dedicare alle attività che preferisce. è quanto emerge dalla ricerca “Energia, vitalità e benessere per vivere al meglio” realizzata dal Braun Research che ha coinvolto 7.260 individui appartenenti a 14 Paesi europei.


Per gli italiani intervistati la prima causa di stanchezza è il lavoro (61%), seguito dalla mancanza di tempo (54%) e dai lavori domestici (come dichiarano il 55% delle donne e il 19% degli uomini). E anche se le donne avrebbero più energia degli uomini il problema della stanchezza riguarda tutti, tanto che il 90% degli intervistati vede il benessere come una priorità da raggiungere nel corso del 2011. Alla domanda “In che modo provi a migliorare il tuo benessere?”, il 54% ha risposto “Mi alleno” e “Mangio sano”.

La ricerca, realizzata con il supporto di Multicentrum, ha coinvolto 14 Paesi europei (Germania, Belgio, Olanda, Austria, Repubblica Ceca, Grecia, Ungheria, Italia, Polonia, Portogallo, Irlanda, Slovacchia, Spagna, Regno Unito) con un campione tra 25 e i 65 anni. Tra i dati rilevati dalla ricerca risalta un aspetto interessante che caratterizza gli italiani: l'86% degli intervistati ha espresso, infatti, una serie di buoni propositi da realizzare nel corso del 2011. Una percentuale davvero elevata, soprattutto se confrontata con il 22% degli inglesi o con il 43% dei tedeschi.

Tra le promesse che hanno fatto a se stessi al primo posto c'è “risparmiare denaro” (46%) seguito dal desiderio di un “migliore equilibrio lavoro/vita privata” (45%). Al terzo posto, pari merito tra “avere più svaghi/hobbies” e “concentrarsi di più su se stessi” (41%). Tutti possono partecipare alla classifica dei buoni propositi con un nuovo concorso online da oggi sul sito www. 2011celapossofare.it. Inserendo sul sito del concorso il proprio buon proposito per il nuovo anno gli utenti avranno, infatti, la possibilità di vincere un training personalizzato della durata di 6 settimane per realizzarlo.

 (ASCA)

Condividi questo articolo