Benzina, ribassi dall'Agip. Consumatori: "Bene ma non basta"

Arrivano i primi ribassi sulla benzina, con l'Agip che ha tagliato il prezzo di 2,5 centesimi portandolo a 1,319 euro al litro. Un intervento apprezzato da Federconsumatori e Adusbef, che sottolineano: “Bene i ribassi di 2,5 centesimi operati da Agip sul prezzo della benzina.

 è già qualcosa, anche se, purtroppo, si tratta ancora di adeguamenti insufficienti”. Insufficienti perché, ribadiscono le associazioni, secondo le stime dell'Osservatorio per il calcolo della doppia velocità istituito da Federconsumatori, “vista l'attuale riduzione del costo del petrolio, il prezzo della benzina sarebbe dovuto scendere di ulteriori 4,5 centesimi, per compensare quei 6-7 centesimi di troppo che gli italiani pagano in più, ormai, da tempi immemorabili”.

Le ricadute stimate sono di 72 euro l'anno per costi diretti e 56 euro per costi indiretti. Da qui la richiesta delle due associazioni, che ribadiscono la necessità della “completa liberalizzazione della rete di distribuzione, anche attraverso la vendita presso la grande distribuzione”, per avere risparmi anche di 8 o 9 centesimi al litro.

2010 – redattore: BS

Fonte: helpconsumatori.it

Condividi questo articolo