Berlusconi salva Zeffirelli dallo sfratto

Quando Franco Zeffirelli, in occasione della telecronaca della firma della Costituzione europea, dichiarò che Berlusconi era “il padrone di casa”, si riferiva, forse inconsciamente, al fatto che, per una singolare coincidenza, il Cavaliere è proprio il suo padrone di casa. E lo è dal 7 giugno del 2001, anche se la notizia è diventata di dominio pubblico solo ora.


 

Quando Franco Zeffirelli, in occasione della telecronaca della firma della Costituzione europea, dichiarò che Berlusconi era “il padrone di casa”, si riferiva, forse inconsciamente, al fatto che, per una singolare coincidenza, il Cavaliere è proprio il suo padrone di casa. E lo è dal 7 giugno del 2001, anche se la notizia è diventata di dominio pubblico solo ora.

Il regista toscano abita in affitto da più di trent'anni in una villa fra l'Appia Antica e l'Appia Pignatelli che fa parte di un vasto comprensorio realizzato a partire dagli Anni Trenta dalla famiglia Papa. Nel complesso si trova anche l'abitazione attualmente posseduta dallo stilista Valentino, nonché quelle di altri personaggi famosi.

Zeffirelli ha sempre avuto ottimi rapporti con la famiglia Papa, che però quattro anni fa si è trovata nell' impossibilità di far fronte alle richieste della banca che deteneva un'ipoteca sugli immobili. E a quel punto il regista, se la villa fosse stata rilevata da qualche ‘'estraneo'', avrebbe rischiato di venire sfrattato. Ma in suo aiuto è “sceso in campo” il Cavaliere, che di Zeffirelli è grande amico, e che ha rilevato la proprietà.

Il 7 giugno del 2001 la società Idra, l'immobiliare di Berlusconi che possiede anche villa Certosa e le proprietà di Arcore e Macherio, e che il proprietario della Fininvest controlla attraverso la holding Dolcedrago, ha infatti acquistato, al prezzo di 3 miliardi 775 milioni di lire, corrispondenti a un milione 949 mila euro, due ville adiacenti (ciascuna di 20 vani catastali), di cui una è quella occupata da Zeffirelli. Subito dopo l'acquisto l'Idra ha avviato importanti lavori di manutenzione straordinaria, durati fino allo scorso anno, e che secondo il bilancio della società avrebbero “contribuito all'incremento del valore del fabbricato stesso per 594 mila euro”.

L'intervento di Berlusconi ha garantito all'ex senatore di Forza Italia di continuare a risiedere in affitto sull'Appia Antica vita natural durante senza dover vendere la grandiosa casa a picco sul mare (che in realtà è un complesso di tre ville) che Zeffirelli possiede a Positano e in cui Berlusconi è spesso ospite.

Fonte:MiaEconomia

Condividi questo articolo