BERLUSCONI SPOLVERAVA, RENGA è UN Rè IN CUCINA

In Italia sono sempre di più i «casalinghi». E hanno anche un'associazione Le donne rivalutano il ruolo di casalinga, e gli uomini? Mentre in Spagna hanno inventato le lavatrici «Ti tocca!», che grazie a un sistema di lettura delle impronte digitali costringono l'uomo di casa a occuparsi dei panni sporchi, in Italia ci sono casalinghi insospettabili, da Silvio Berlusconi («Anch'io sono stato un po' donnina di casa.

 Quando ero studente spolveravo e ogni tanto facevo la spesa. So quanta fatica ci vuole per lavorare a casa, per creare un clima di serenità quando il marito torna dal lavoro, per far quadrare il bilancio familiare…») all'ultimo vincitore di Sanremo, Francesco Renga («è bravissimo, dietro l'immagine del rocker c'è. un casalingo perfetto. Cucina benissimo. Gli ho persino proposto di mantenerlo economicamente purché continui a farlo»), ha rivelato la sua partner Ambra Angiolini. E non sono mosche bianche visto che proprio nel Belpaese è nata la prima associazione al mondo di uomini casalinghi, AsUC. «Un giorno ho chiesto a mia moglie, che è medico, se voleva che stessi a casa a fare i mestieri. Incredula, mi ripeteva “ma ci hai pensato bene?”. La. scelta faceva felici entrambi, così ho lasciato la mia attività ed eccomi qua», racconta il presidente Fiorenzo Bresciani. « è stata dura, soprattutto sotto l'aspetto sociale: i miei suoceri si vergognavano di avere un genero casalingo, i miei vicini mi chiedevano con aria di compassione se ero disoccupato. In Comune non volevano indicare casalingo” sulla carta < FONT>d'identità perché, la voce esisteva solo al femminile,mi sono impuntato e infine nei computer del Comune di Pietrasanta, Lucca, è stata aggiunta la nuova professione». com'è l'idea dell'associazione? «Ho invitato tutti i miei amici a cena in un agriturismo dove hanno apparecchiato, cucinato e lavato i piatti: “Avete visto com'è difficile fare i lavori di casa? Associamoci!”. Da lì in poi hanno aderito un po' da tutta Italia, tanti dalla Sicilia: in due anni e mezzo siamo diventati 4.300 iscritti, ma solo il 10 per cento lo fa a tempo pieno. E il nostro sito, wvvw.asuc.it, ha circa 700 contatti al giorno». Intanto Bresciani è diventato una «star», con servizi sulla Bbc del tipo: «In una piccola cittadina toscana è in corso una vera e propria rivoluzione: il macho italiano stira le camicie e lava i panni…».

A VOGHERA LE PIù FAMOSE, I MASCHI I PRIMI AL MONDO

Le casalinghe più famose d'Italia, quelle di Voghera, Pavia. Erano prese aesempio di donna media e con bassa cultura, adesso sono invitate ai talk show o a parlare ai convegni. Da destra: la presidente della loro associazione Paola Zanin, Franca Sturla, Alma Fabbro, Mary Mangiarotti e Franca Bricchi. Sopra, il gruppo fondante dell'Asuc, Associazione uomini casalinghi, la prima al mondo nel suo genere: conta addirittura 4.300 iscritti Il presidente, Fiorenzo Bresciani , ha il grembiule con la giraffa.

Di Chiara Moniaci

OGGI& nbsp; n°44 –  02/11/ 2005

Condividi questo articolo