Bersani taglia i consumatori? Clamorosa bufala di "Libero"

Help Consumatori ha verificato l'attendibilità della notizia del 10 ottobre da “Libero” circa l'eliminazione dei progetti per la tutela dei cittadini e ha scoperto che si tratta di una bufala: il giornalista – spiegano dal MSE – non ha tenuto conto del nuovo assetto del Bilancio.

Consumatori allarmatissimi da ieri, dopo l'uscita sul quotidiano “Libero” diretto da Feltri di una notizia titolata “Bersani taglia i consumatori“. Nel pezzo, firmato da Luca Maurelli, si leggeva tra l'altro:”Il ministro-paladino dei consumatori, Pierluigi Bersani, ha cominciato a tagliare proprio da loro, eliminando apparentemente del tutto i progetti per la tutela dei cittadini e diminuendo dell'8,4% anche i fondi destinati al semplice “funzionamento” degli organi ministeriali preposti”. HC ha verificato direttamente al Ministero l'attendibilità della notizia, scoprendo che si tratta di una vera e propria “bufala”. Il giornalista, spiegano fonti del Ministero& lt;/B>, non ha tenuto conto del nuovo assetto del Bilancio, compilato da quest'anno in una nuova struttura per “missioni e programmi”, e non ha considerato la riforma del Ministero dello Sviluppo economico che riattribuisce competenze e budget tra le nuove Direzioni. In particolare, a proposito dei fondi provenienti dalle multe comminate dall'Autorità antitrust, che sono destinate a progetti per i consumatori da una norma voluta dall'allora ministro Enrico Letta nella Finanziaria 2000, non si è tenuto conto che si tratta di “partite straordinarie” e non di quelle ordinarie contenute nel Bilancio.

PDF: L'articolo di Libero

Fonte: helpconsumatori.it

2007 – redattore: AL

Fiore

Condividi questo articolo