Carburanti, alla scoperta del distributore più conveniente

PrezziBenzina.it, realizzato in collaborazione con Adiconsum, è un portale che monitora i prezzi dei carburanti praticati da ogni singolo distributore e fornisce ai consumatori prezzi aggiornati consentendogli di trovare il gestore meno caro.

Si chiamaPrezziBenzina.ited è il portale che fornisce gratuitamente a tutti i consumatori le informazioni sul distributore più conveniente sul territorio e dice loro anche come raggiungerlo. Si può accedere al servizio tramite il sito web e tramite l'Iphone, ma presto l'applicazione sarà disponibile anche per i cellulari Nokia, Windows, Android e BlackBerry e, da settembre, dovrebbe arrivare sul navigatore satellitare. PrezziBenzina è nato nel 2004 con l'obiettivo di fornire al consumatore i prezzi aggiornati di ogni distributore, rendendo facile e immediata l'identificazione sulla mappa del gestore che pratica il prezzo più conveniente.

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Adiconsum e, dopo un periodo di rodaggio, oggi è lo strumento più utile al consumatore, in tema di carburanti. “Il tema dei carburanti è un tema su cui da tempo facciamo grandi discussioni – ha detto Paolo Landi, Segretario Generale di Adiconsum, aprendo la conferenza stampa di presentazione di PrezziBenzina.it che si è svolta oggi a Roma – Si fanno discussioni sulla concorrenza, sulla speculazione eccetera, ma il fulcro centrale del discorso è che le famiglie ogni anno spendono sempre di più per i carburanti. E l'Italia si trascina da anni un differenziale di 4-5 centesimi rispetto alla media europea”.

Landi ha sottolineato il fatto che i carburanti sono, anche in nel resto d'Europa, una delle voci più tassate dallo Stato, ed è quindi “demagogico pensare di ridurre le tasse sui carburanti”. “Allora dove risiedono i possibili margini di concorrenza per i carburanti? Risiedono tra il servito, il self e la extra verde – ha risposto il Segretario Generale di Adiconsum – Lì le differenze cominciano ad essere significative visto che ci sono distributori che applicano anche 7 centesimi di sconto sul self-service. E per usufruire di questi sconti bisogna essere informati sui prezzi e sui distributori. Per questo – ha concluso Landi – noi abbiamo pensato ad un servizio di informazione che permettesse alle famiglie di risparmiare ogni anno fino a 100 euro per veicolo. Ed è proprio l'informazione al consumatore uno dei punti contenuti nel Decreto Ministeriale che sarà approvato a breve”.

PrezziBenzina anticipa quest'obiettivo e, dopo un periodo di collaudo, oggi il portale conta 20.000 utenti registrati che partecipano in modo attivo all'aggiornamento dei prezzi. Ogni giorno vengono inseriti oltre 3.000 prezzi, praticati da più di 21.000 stazioni di servizio, sulle 24.000 esistenti, e questi vengono visualizzati da circa 100.000 utenti unici ogni mese. Il consumatore quindi da una parte riceve le informazioni e dall'altra le comunica generando un circolo virtuoso che va a suo vantaggio.

Perché è il consumatore la vera sentinella del mercato, come ha detto il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Stefano Saglia che ha preso parte alla conferenza. “Credo che sui carburanti si sia aperta una discussione utile al Paese e la filiera tutta è ormai consapevole della necessità di dare risposte. Risposte che arrivano attraverso la trasparenza e la partecipazione anche dal basso e questa iniziativa è un po' un'esperienza pilota in questo senso. Con l'articolo 51 della Legge 99 – ha dichiarato Saglia – abbiamo introdotto l'obbligo della comunicazione da parte del gestore dei prezzi praticati alla pompa. Una volta che sarà approvato il Decreto Ministeriale, che è già sul tavolo del Presidente Berlusconi, si capirà che la fase dei prezzi consigliati è sostanzialmente superata. Noi oggi vogliamo monitorare, con la maggiore precisione possibile, l'andamento dei prezzi effettivi. E per far conoscere ai cittadini questa modalità tutte le iniziative sono le benvenute, in un'ottica di sussidiarietà. Un'iniziativa come PrezziBenzina.it permetterà al consumatore di cogliere la convenienza in base al territorio in cui si trova in quel momento”.

Il Sottosegretario ha assicurato che “le compagnie si stanno già adattando a questo sistema, anche per l'effetto della diffusione delle pompe bianche e questa è già concorrenza. Credo che potremmo davvero avere un sistema più trasparente e competitivo, raggiungendo alcuni degli obiettivi che abbiamo siglato nel Protocollo, a cominciare dal raggiungimento dell'80% degli impianti nazionali selfizzati. Proprio ieri sera – ha aggiunto Saglia – abbiamo discusso con il Ministero dell'Ambiente sulla semplificazione delle norme per l'apertura dei distributori a metano. In conclusione, non esiste una riforma che in maniera dirigistica possa trovare soluzione; come in tutti i mercati il ruolo principale lo svolgono da un lato le Autorità di vigilanza e dall'altro i consumatori che sono le vere sentinelle della correttezza del mercato. Se diamo loro gli strumenti per poter capire quel è la loro convenienza i consumatori diventeranno a tutti gli effetti i protagonisti delle riforme che abbiamo intenzione di realizzare”.Stefano Saglia ha poi ricordato i vantaggi del blocco settimanale dei prezzi: nell'arco della settimana ci sarà un prezzo massimo per cui nessuna compagnia potrà aumentare questo prezzo, lo potrà variare solo in diminuzione.

di Antonella Giordano

Fonte www.helpconsumatori.it

2010 – redattore: GA

Condividi questo articolo