Carlo Cracco il cuoco di Masterchef censurato dal Giurì della pubblicità. La foto su GQ offende la dignità femminile

La copertina del mensile GQ, con la fotografia dello chef Carlo Cracco abbracciato da una modella nuda che tiene in mano un grosso pesce posizionato in corrispondenza della cintura dei pantaloni (del Walter, direbbe Luciana Litizzetto) offende la dignità femminile.

è il parere del Comitato di controllo del Giurì della pubblicità, che ha bocciato i messaggi promozionali apparsi su la Repubblica del 4 dicembre 2012 e Vanity Fair del 12/12/2012 (vedi foto a lato).

Secondo la sentenza siamo di fronte a un messaggio sessista. La donna ritratta nella foto è  “pronta a soddisfare i desideri di un uomo fiero e impassibile, che può disporne a proprio piacimento”. L'atteggiamento della donna nuda a fianco del cuoco protagonista del famoso programma televisivo Masterchef “risulta apertamente subalterno”.

L'accusa è di usare in modo strumentale il corpo femminile per annunciare la nuova versione digitale interattiva del mensile GQ.

La foto risulta in contrasto con l'articolo 10 del Codice di Autodisciplina che impone il rispetto della dignità della persona e censura ogni forma di discriminazione. Si tratta di una brutta figura per il cuoco protagonista del format televisivo Masterchef.

La sentenza giunge come al solito troppo tardi e, in assenza di provvedimenti sanzionatori nei confronti dell'editore, appare abbastanza depontenziata.

Roberto La Pira

Fonte: www.ilfattoalimentare.it

& lt;b> 

Condividi questo articolo