Carnevale, Federconsumatori: costi e tendenze per la festa più pazza dell’anno

Il Carnevale è alle porte. Anche se già dall’inizio del mese di febbraio i bambini non hanno rinunciato a vestire i panni di super eroi, principi e principesse, i veri giorni clou devono ancora arrivare: il 23 febbraio è “Giovedì Grasso”, il 26 febbraio è la domenica di Carnevale e il 28 febbraio, “Martedì Grasso”, che concluderà la festività.Tanti gli eventi previsti in molte città italiane che per tradizione festeggiano in grande la ricorrenza: tra i più importanti quelli organizzati dalla città di Venezia, di Viareggio, di Putignano, di Cento, di Ivrea, di Fano e di Acireale, solo per citarne alcuni.

Nonostante le condizioni non troppo floride dei budget familiari, gli italiani non rinunceranno a festeggiare il Carnevale. Secondo l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, il 58% delle famiglie con bambini, infatti, è pronto a mascherare i propri figli per accompagnarli a feste e sfilate. Tra queste, il 21% ricorrerà a travestimenti “fai da te”, con carta crespa e materiali riciclati, all’insegna della fantasia e della creatività (non a caso spopolano in rete i tutorial pe creare le maschere più originali).

Ma quanto costa voler prendere parte a una di queste manifestazioni e farsi travolgere dell’euforia carnevalesca?

Partiamo dai biglietti di ingresso alle manifestazioni che nelle varie città oscillano tra i 5 ed i 15 €, con alcune riduzioni previste per i gruppi e per i bambini. Carnevale all’insegna del “gratis et amore dei” sarà invece quello di Ivrea e di Acireale.

Proprio in occasione del Carnevale sarà possibile acquistare differenti pacchetti di viaggio nelle principali città italiane: a titolo esemplificativo, un pacchetto viaggio per 2 giorni e 1 notte a Viareggio, comprensivo di pernottamento in hotel a 3 stelle, cena e biglietto di ingresso per il Carnevale, ha un costo complessivo di circa 81 € a persona (il costo sarà ridotto a 31 € per i bambini di altezza inferiore a 120 cm). In occasione del Carnevale, in città come Cento e Palermo, invece, è possibile acquistare pacchetti di viaggio comprensivi di pernottamento in hotel, cena, biglietto di ingresso al Carnevale e visita guidata della città ad un costo complessivo di 110 €. A Venezia, dove il Carnevale rappresenta una vera e propria istituzione, vengono offerti pacchetti inclusivi di viaggio in pullman e trasferimenti giornalieri, oltreché pernottamento, cena in hotel, visita guidata della città di Verona e assicurazione RC, ad un costo complessivo di 150 €.

Impossibile, però, presentarsi ad una sfilata di carri o una festa senza una maschera o un costume. Qui si aprono due scuole di pensiero: coloro che preferiscono acquistare i travestimenti e magari conservarli per riutilizzarli negli anni, e chi invece opta per il noleggio. Per gli amanti del noleggio,  i prezzi per un costume, una maschera e tutti gli accessori e i trucchi per la festa oscillano tra i 20-60 € a Milano, 50 € a Torino, tra i 20-100 € a Roma, fino ai vertiginosi 300 € di Venezia.

Per l’acquisto dei costumi, invece, si privilegia lo shopping online: i vestiti per i bambini hanno un costo compreso tra i 15 e i 35 €, quelli per gli adulti tra i 20 e i 50 €, maschere ed accessori tra i 5 e i 20 €, parrucche tra i 10 e i 30 € e trucchi tra i 5 e i 25 €.

Chiacchiere e castagnole sono irrinunciabili in questo periodo. Per le prime, il prezzo medio al chilo nella grande distribuzione è di 10 €, mentre il prezzo medio al chilo in pasticceria (o nella produzione artigianale) è di 20 €. Le castagnole si vendono a circa 10 € al chilo al supermercato (14 € per le castagnole farcite), mentre il prezzo medio al chilo in pasticceria (o nella produzione artigianale) è di 18 € (20 € per quelle farcite).

Condividi questo articolo