Caro bebè, nel primo anno una spesa di almeno 5 mila euro

Il fiocco azzurro o rosa sulla porta è la prima spesa da pochi euro: ma poi ne seguono tante ben più pesanti, che nel primo anno di vita di un bambino possono arrivare anche fino a 12mila euro e comunque fermarsi a non meno di 5.200. Sono i calcoli dell'Intesa dei consumatori, che ha stilato il conto che si preparano a pagare i neo-genitori nei 12 mesi successivi alla nascita: un conto che è il più caro d'Europa, ma sul quale, con i giusti accorgimenti, si può anche risparmiare.

Il caro-bimbo, secondo l'Intesa, non riguarda infatti solo il latte in polvere, di recente finito nel mirino dell'Antitrust. ''La ragione – afferma il pool di associazioni – è che i genitori non vogliono far mancare nulla ai propri figli e così la domanda è poco elastica e i venditori ne approfittano. A fronte di un aumento dei prezzi, le vendite diminuiscono, ma non in maniera proporzionale. I ricavi, quindi, aumentano ugualmente, nonostante la penuria della domanda''. L'Intesa parla dunque di ''odiose e ingiustificate speculazioni'', chiedendosi per esempio come sia possibile che ''un paio di scarpette per il primo anno di vita possano costare più di un paio di calzature di marca per gli adulti''.

< P>La tabella dell'Intesa dimostra però come, pur non rinunciando a nulla, sia possibile risparmiare parecchio: la spesa media di una famiglia italiana per allevare un bimbo nel primo anno di vista oscilla, infatti, tra 5.200 e 12mila euro. In alcuni casi le differenze dipendono da fattori non controllabili (come l'allattamento artificiale o al seno, o il costo dei medicinali che, afferma l'Intesa, sono tutti a pagamento): in altri, invece, si può scegliere ed economizzare.

Il costo dei pannolini, per esempio, va da 7,5 a 11,5 euro a confezione, ma spesso ''a un prezzo diverso non corrisponde differente qualità: la differenza sta solo negli investimenti pubblicitari''. Anche per il latte in polvere (con costi oscillanti tra 1.500 e 2.900 euro) incide naturalmente la durata dell'allattamento materno, ma non solo: l'Intesa sottolinea infatti che spesso il rifornimento gratuito delle prime confezioni da parte della struttura in cui è avvenuto il parto lega la famiglia a quella determinata marca, quando esistono vari prezzi per un latte identico. Il costo delle visite mediche (tra 600 e 1.500 euro) dipende invece dalla presenza di un pediatra pubblico, anche se la resistenza alla visita a domicilio costringe i genitori ad averne sempre uno privato a disposizione, a un costo mai inferiore a 120 euro.

Ecco una tabella con il costo minimo e massimo di un bambino nel primo anno di vita.

VOCE DI SPESA PREZZO (euro)

Pannolini 450-950

Latte e pappe 1.500-2.900

Farmaci 300-700

Visite mediche 600-1.500

Carrozzina 250-750

Fasciatoio 40-200

Bagnetto 15-50

Seggiolino auto 90-180

Seggiolone 90-300

Vestiti e scarpe 650-1.800

Culla 90-350

Lettino 180-650

Passeggino 120-390

Biberon 20-30

Scaldabiberon 20-30

Sterilizzatore 30-70

Box 55-150

Varie 700-1.000

TOTALE 5.200-12.000

Fonte: Mia economia

Condividi questo articolo