Casa dolce casa: gli italiani stanno in salotto e cucina, ma i single preferiscono la camera da letto

Il tempo da spendere tra le proprie quattro mura è sempre più limitato, ma quando riusciamo a goderci la tranquillità del nostro focolare, in quale stanza preferiamo rifugiarci? E come viviamo queste quattro mura? Immobiliare.it, leader del mercato online italiano, lo ha chiesto ai suoi utenti e i risultati hanno fotografato con precisione la nostra società. Di certo era prevedibile che la maggior parte del tempo venisse trascorsa in salotto (39% del campione) o in cucina (28%), meno forse che appena 4 italiani su 100 dedicassero il loro tempo casalingo principalmente alla cura di sé nel bagno.


Le abitudini cambiano radicalmente una volta trovato il compagno di vita. I single frequentano molto la camera da letto e quasi il 20% di loro dichiara di trascorrere in quella stanza la maggior parte del tempo. Mettere la fede al dito, pare, muta le abitudini e, secondo il sondaggio di Immobiliare.it, fra chi è sposato o comunque ha una convivenza stabile questa percentuale crolla al 7%.

Anche l'età influenza notevolmente il modo di vivere la casa e se chi non ha ancora compiuto i 25 anni si rifugia spesso nella propria camera da letto (28% vs una media del 10% nelle altre fasce d'età), con gli anni ci si sposta in salotto& lt;/B> (49% nella fascia fra i 25 e i 40 anni), per poi passare in cucina (42% fra i 40 e i 60 anni) e, arrivati all'età dei capelli d'argento, nello studio (28.5% per chi ha più di 60 anni).

Analizzando i dati emergono anche importanti differenze legate al sesso e alla provenienza geografica delle persone intervistate. Non si sa se per obbligo o per scelta, ma quando sono a casa le donne stanno a lungo davanti ai fornelli (33% del campione femminile passa la maggior parte del suo tempo nella cucina rispetto al 16% di quello maschile). Gli uomini, invece, passano nello studio il doppio del tempo rispetto alle donne (12% vs 6%).

La vera regina della casa italiana sembra essere, però, la televisione. Quando è a casa il 35% degli intervistati si rilassa davanti alla TV (il dato è appena più alto fra gli uomini, 38%); al secondo posto fra i modi per svagarsi fra le mura domestiche sono la lettura o l'ascolto di musica nella camera da letto (19,5% le donne, 13,75% gli uomini); le grosse differenze fra maschi e femmine arrivano alla terza posizione: i primi leggono il giornale o navigano su Internet nello studio, le seconde, ancora una volta, si dedicano alla cucina. E' curioso notare che la passione per i fornelli è sempre più anche maschile (12,50% gli uomini che si rilassano fra pentole e ricettari) e sembra avere ormai surclassato la passione per il bricolage (sono appena l'8,75% del campione gli uomini che si cimentano con cacciavite e martelli).

Fonte: Casa dolce casa

Condividi questo articolo