Col sole in casa un risparmio di 500 euro l'anno

Il sole in casa e una bolletta più leggera. E i risparmi sono consistenti: dai 400 ai 500 euro l'anno per ogni famiglia italiana installando al posto delle normali caldaie elettriche o a gas un piccolo impianto domestico. In 20 anni di funzionamento dell'impianto il taglio sul bilancio familiare sarebbe di 10.000 euro. E questo è solo un primo assaggio. Con pannelli su 100 mila nuove case, il pacchetto-risparmio sarebbe ogni anno di 50 milioni di euro con un taglio di emissioni di Co2 di 180 mila tonnellate.

Questi i calcoli di Legambiente che alla fiera di Vicenza Solarexpo ha lanciato la sua nuova campagna ''Mettiamoci il sole in casa'' per informare i cittadini sugli sconti, sui risparmi, sugli incentivi, sulle installazioni e sui vantaggi di scegliere i pannelli solari.

''Le potenzialità del solare termico in Italia, la ricetta più economica e a portata di mano per realizzare un concreto risparmio sulle bollette, di ridurre consumi energetici e emissioni di CO2 sono praticamente infinite'', ha detto Edoardo Zanchini, responsabile settore energia e trasporti di Legambiente. ''Ad esempio – afferma – installando al posto delle normali caldaie elettriche o a gas un piccolo impianto domestico, che costa 2-3000 euro, si permette ad una famiglia di risparmiare in bolletta circa 4-500 euro ogni anno per 20 anni di funzionamento''.

Quindi l'appello al nuovo Governo: renda obbligatoria l'installazione dei pannelli solari termici su tutte le nuove costruzioni e sulle ristrutturazioni. Lo ha già fatto la Spagna e da poche settimane anche Roma.

''Considerando un intervento su 100mila case, spiega Zanchini, si può stimare un risparmio annuale di 355 GWh di energia elettrica non consumata (che corrispondono al contributo di una centrale termoelettrica per 50MW), di 50milioni di euro nelle bollette dei cittadini, di 180mila tonnellate di CO2 immesse nell'atmosfera''.

Insieme a questa campagna, Legambiente lancia anche un accordo con le aziende del settore che consente di usufruire di sconti di almeno il 5%, aggiuntivi rispetto a quanto già previsto dai rivenditori, e di approfittare di altre opportunità come l'estensione della garanzia sui pannelli, la manutenzione gratuita, l'installazione di un conta calorie.

Fonte Mia Economia

Condividi questo articolo