Come assicurarsi contro gli infortuni domestici

Scade il 1° febbario il termine per pagare l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni domestici, istituita dalla L. 493/99, che riconosce e tutela il lavoro svolto in ambio domestico, affermandone il valore sociale ed economico.

Gli incidenti che si verificano tra le mura domestiche sono, a differenza di quanto si possa credere, molto frequenti e le casalinghe/i a tempo pieno, oltretutto, sono tra le categorie più a rischio. Di qui la necessità di assicurarsi contro gli infortuni domestici.

1) L'assicurazione contro gli infortuni domestici è in vigore dal dicembre 1999. Si tratta di una polizza che tutela le persone che svolgono il lavoro domestico per sé e per i propri familiari ed assicura contro gli incidenti di una certa gravità.

2) Dal 1° marzo 2001 questa assicurazione e la conseguente iscrizione presso L'INAIL sono diventate obbligatorie per chi ha un'età compresa tra i 18 e i 65 anni e si occupa in modo esclusivo, gratuito e senza alcun vincolo di subordinazione della propria famiglia e della casa dove risiede.

3) Gli assicurati hanno diritto ad una rendita mensile esentasse corrisposta per tutta la vita, proporzionale al danno subito, nel caso in cui l'invalidità sia pari o superiore al 27%. Il costo da sostenere per assicurarsi è di soli 12,91 annui, deducibili ai fini fiscali.

4) Il premio è a carico dello Stato se l'assicurato per l'anno precedente ha un reddito che non supera i 4.648,11 Euro e se appartiene ad un nucleo familiare il cui reddito complessivo non supera i 9.296,22 Euro.

In questi casi, è necessario:

in caso di prima iscrizione compilare il modulo di autocertificazione che attesti il possesso dei requisiti per l'esonero. Il modello di autocertificazione è reperibile presso le sedi Inail, le Associazioni delle casalinghe, i Patronati, e, una volta compilato, può essere consegnato agli stessi.

per gli anni successivi alla prima iscrizione, chi rientra nei limiti di reddito resta automaticamente assicurato senza effettuare nessuna comunicazione. Chi supera i limiti di reddito deve pagare il premio entro il 31 gennaio. In caso di perdita di uno dei requisiti dell'iscrizione è necessario chiedere la cancellazione utilizzando l'apposito modello.

Il numero verde predisposto dall'Inail per dare informazioni è 803.164.

Condividi questo articolo