Come costruire un condizionatore solare fai da te con meno di 10 euro

Con l'arrivo della stagione estiva farsi montare l'aria condizionata in casa è una scelta che sempre più persone decidono di fare. Sappiamo benissimo quanto questa pratica non sia proprio il massimo per la nostra salute e per quella dell'ambiente.

 Per questo motivo, prendendo spunto da uno dei maggiori siti presenti sul web in fatto di fai da te (www.instructables.com), abbiamo pensato di suggerirvi un'alternativa economica, fai-da-te e ecologicamente sensibile ai normali condizionatori presenti in commercio.

Costruire un condizionatore non è affatto difficile e, soprattutto, è una spesa quasi irrisoria per il nostro portafoglio dato che il costo di tutti i componenti dovrebbe essere inferiore ai 10 euro. Passiamo a questo punto a vedere cosa ci occorre:

- Circa una ventina di legnetti

- Una ventola di raffreddamento da computer

- Un pannello solare, batterie o altre fonti di alimentazione a bassa tensione

- Un panno assorbente

- Forbici

- Colla e una pistola “spara colla”

Ed ora che abbiamo tutti gli “ingredienti” andiamo a vedere passo per passo come andarlo a realizzare…

Fase 1: La ventola di raffreddamento e i legnetti

Prima di iniziare, vi suggeriamo di chiedere a qualsiasi negozio di computer se è possibile regalarvi una ventola. Solitamente i magazzini sono pieni di vecchi accessori e smaltirli gratuitamente regalandoveli sarà sicuramente gradito da parte del negoziante. Quindi, una volta trovata la ventola adeguata (più è grande è meglio sarà) non vi resta collegare sei legnetti – come da figura – alle estremità sulle quali poggerà la ventola.

Fase 2: La vestizione

Ora tagliate alcune strisce del vostro panno assorbente (un asciugamano o un telo da mare potranno essere l'ideale). Successivamente taglierete ulteriori quattro delle stesse dimensioni della base. Incollate, quindi le strisce di panno tagliato sui vari legnetti e una volta fatto non vi resterà che collegare un altro bastoncino sul lato opposto incollandoci anche qui un pezzetto di panno.

Fase 3: Ancora legnetti

Incollate insieme ancora altri legnetti e conficcateli come si era fatto nel primo passaggio. Ora, come è mostrato nella figura, posizionate un altro legnetto che vada a ricoprire perfettamente l'ampiezza della base dell'altro lato.

Fase 4: La copertura

Adesso prendete i lembi di panno tagliati in precedenza della stessa ampiezza della base ed incollateli sui sui lati. Ricordate: più panno c'è più l'aria sarà distribuita in modo ottimale.

Fase 5: Ci siamo, è fatto.

A questo punto non resta che bagnare il panno di acqua con un cucchiaio fino a quando non sarà completamente imbevuto. Collegare la ventola alla vostra alimentazione (pannello solare, batterie etc. etc.) e cominciart rinfrescare la casa. Praticamente l'evaporazione dell'acqua viene trasformata in aria condizionata, ciò è possibile per via del fatto che il calore fuoriuscito viene rigenerato in aria fredda dalla ventola.

Un dispositivo che non sarà il massimo per quanto riguarda il design e piuttosto rumoroso d'accordo… ma funzionale ed estremamente economico, che di questi tempi non guasta mai.

Alessandro Ribaldi

Fonte: greenme.it

Condividi questo articolo