Come evitare incidenti domestici a cani e gatti

Gli ultimi dati relativi agli incidenti domestici parlano di circa 3.700.000 incidenti domestici ogni anno e che coinvolgono quasi 3.2 milioni di cittadini tra cui circa 70.000 bambini. Ma oltre a loro anche migliaia di animali ogni anno rimangono vittime loro malgrado si questi incidenti domestici. Stando alle stime del dati elaborati dall'Associazione Uomini Casalinghi che mediamente sono 200.000 gli animali domestici che nel corso del 2010 sono rimasti vittime di questi incidenti.

Gli animali coinvolti più frequentemente sono cani e gatti spesso vittime inconsapevoli degli errori dei padroni: Gli incidenti più diffusi sono le scottature o la frattura degli arti che riguardano oltre il 75% di cani e gatti incidentati che vivono presso le nostre abitazioni. A questi si devono aggiungere poi incidenti particolari quali le intossicazione da cibo o da materie tossiche (casi di gatti che si ustionano la lingua leccando il pavimento appena lavato con abbondante candeggina) o da altri materiali lasciati per casa e che ovviamente in nostra assenza diventano oggetto di curiosità morbosa per i nostri amici a quattro zampe. Vi sono poi gli incidenti particolari che riguardano prevalentemente i pesci o altri animali da acquario, qui abbiamo avuto nel 2010 segnalazioni di pesci morti folgorati negli acquari per imperizia o per difetto dell'impianto elettrico. Nel corso del 2010 sono stati 850 i cani e 1.200 i gatti morti a causa di incidenti domestici.

Per quanto riguarda i gatti molti di loro sono morti investiti dalle auto dei “loro padroni” in fase di manovra, vi sono stati poi casi di avvelenamento domestico degli animali. “Purtroppo pur registrando una leggera flessione relativa al numero di animali coinvolti in incidenti domestici il numero degli animali che rimane vittima di questi incidenti è alto per questo proponiamo ancora una volta il decalogo dei consigli da mettere in pratica tra le mura domestiche per evitare a micio e fido di rimanere vittima di incidenti domestici, certi che questi suggerimenti ci aiuteranno a ridurre di gran lunga i rischi domestici per gli amici pelosi”

Decalogo per evitare gli incidenti domestici agli animali di casa:

1 – TENERE MICIO E FIDO SEMPRE LONTANO DA DETERSIVI, MEDICINALI, ED ALTRI PRODOTTI PER LA CURA PERSONALE E DELLA CASA CHE DEVONO SEMPRE ESSERE TENUTI CHIUSI E RIPOSTI IN LUOGHI NON ACCESSIBILI A MICIO E FIDO.

2 – LA CUCINA E ' IL LUOGO PIU PERICOLOSO DELLA CASA, PERTANTO COSI COME AVVIENE PER I BAMBINI OCCORRE EVITARE DI LASCIARE MICIO E FIDO DA SOLI IN CUCINA IN PRESENZA DI FORNELLI ACCESI, APPARECCHI ELETTRICI ACCESI E IN PRESENZA DI ACQUA O ALTRO CIBO IN EBOLLIZIONE.

3 – OCCORRE ANCHE FARE MOLTA ATTENZIONE AGLI ELETTRODOMESTICI EVITANDO CHE FIDO O MICIO POSSANO AVVICINARSI A PICCOLI ELETTRODOMESTICI IN FUNZIONE. PER QUESTO MOTIVO E' BUONA COSA TENERLI LONTANO DALLE STANZE DA BAGNO E DALLA CUCINA QUANDO SONO IN FUNZIONE ELETTRODOMESTICI- EVITARE DI LASCIARE PRESE DI CORRENTE O FILI ELETTRICI SCOPERTI

4 – CONTROLLARE SEMPRE CHE IL CIBO E L'ACQUA CHE VIENE OFFERTA A FIDO E MICIO SIA ADATTA A LORO, EVITARE DI LASCIARE IN SPAZI A LORO ACCESSIBILI (MENSOLE,TAVOLO ETC) SCATOLE DI CIBO APERTE, MOLTO SPESSO QUELLO CHE FA BENE A NOI NON FA BENE A LORO.

5 – EVITARE DI ESPORRE MICIO E FIDO A CONTATTO CON AGENTI CHIMICI MA ANCHE A CONTATTO PROLUNGATO CON MONOSSIDO DI CARBONIO (TUBO DI SCAPPAMENTO DELL'AUTO), FUMO DI SIGARETTA, MA OCCORRE TENER BEN CUSTODITI ANCHE I MEDICINALI ED I DETERSIVI SPECIALMENTE SE MICIO HA LA LETTIERA (COME SPESSO AVVIENE) IN BAGNO.

6 – OCCORRE CHE MICIO E FIDO SIANO TENUTI LONTANI DAI PAVIMENTI APPENA LAVATI O DAI MOBILI SOTTOPOSTI A TRATTAMENTI DI PULIZIA IN ALCUNI CASI LA TENTAZIONE DI LECCARLI E' PER LORO FORTISSIMA,

7 – SE MICIO E FIDO HANNO LA LORO CUCCIA IN GARAGE OCCORRE TENER SEMPRE LONTANO DALLA LORO PORTATA GLI ATTREZZI DA LAVORO E TUTTO IL MATERIALE CHE POSSA PROVOCARE LORO DANNO FISICO, STESSO DICASI PER I COLTELLI IN CUCINA, IL RISCHIO CHE SI TAGLINO E' PIU AMPIO DEL PREVISTO.

8 – EVITARE DI FAR CORRERE IL CANE SULLE SCALE O ALTRE SUPERFICI SCIVOLOSE IL RISCHIO DI UNA FRATTURA E' DIETRO L'ANGOLO.

foggiapress.it

Condividi questo articolo