Come riciclare gli avanzi: la guida per non buttare più il cibo nella spazzatura

Abbiamo una notizia buona e una cattiva: la buona è che, rispetto al 2009, gli italiani nel 2010 hanno ridotto gli sprechi alimentari del 13,4 % (dati Adoc ). La cattiva è che, nonostante questo, ancora l'8 % del cibo acquistato finisce nel bidone dell'umido, il che corrisponde a circa 450 euro annui. E siccome noi vogliamo essere buoni con la Terra, abbiamo deciso di riunire alcuni suggerimenti per diminuire ulteriormente questa quota, assecondando l'adagio inglese che dice “utilizzare, consumare, arrangiare o farne a meno”.

E così ecco una guida pratica con tante idee per riciclare gli avanzi e non buttare più il cibo nella spazzatura.

Le verdure

Vi è avanzato del purè di patate dalla cena di ieri? Se non è troppo liquido, stendetelo, ritagliatelo con le formine dei biscotti e passate in poco burro per avere degli hamburger vegetariani, da condire con erbe a piacere, che i bambini adoreranno. Oppure fatene delle crocchette passando dei cucchiai di purè nell'uovo sbattuto e nel pangrattato e friggete in olio profondo. Quando trovate sul fondo del frigo avanzi di carote deperite, ciuffi di sedano disidratati e quel pezzetto di cipolla con cui avete fatto il sugo ormai troppi giorni fa, non buttateli! Metteteli in una busta ermetica nel freezer e cominciate ad accumulare: quando ne avrete abbastanza, potete farci un brodo vegetale (questo vale anche per tutte le altre verdure che dimenticate). Non buttate i gambi dei cavolfiori e dei broccoli: pelateli, fateli a pezzettini e uniteli alla preparazione esattamente come fate con le cime. Gli avanzi di verdure arrosto possono essere convertite in un minestrone il giorno seguente, sostituendole con gli ingredienti freschi che usate solitamente. Se state pulendo la zucca per farne una zuppa o un risotto, tenete da parte i semi, puliteli e lasciateli asciugare. Riscaldate il forno a 150°C, passate i semi in poco burro fuso, distribuiteli su una teglia cosparsi di sale e fate cuocere per circa 45 minuti. Le foglie del sedano, spesso, non vengono utilizzate e ci vuole poco prima che passino dal lavello al cestino. Affettatele sottilmente e aggiungetele a zuppe, stufati e insalate. Ai pomodori stanno comparendo le rughe? Prima che sia troppo tardi, fateli seccare in forno, su una placca in un solo strato e cosparsi di olio e erbe, per due ore a 225°C. Se prevedete di consumarli entro una settimana, conservateli in un barattolo coperti di olio extra vergine d'oliva, altrimenti riponeteli nel freezer. Durante l'estate, potete anche farli essiccare al sole. http://www.greenme.it/mangiare/cucina/301-pomodori-grossi-rossi-essiccati-al-sole

Piselli, fagioli, mais, carote, broccoli, cavoletti di bruxelles, cavolfiori, verdure a foglia verde come bietole, spinaci e cavolo nero: tutti questi possono essere sbollentati e riposti in freezer se temete di non riuscire a consumarli prima che appassiscano. Fate delle conserve con tutto ciò che avete in eccesso: cetrioli sott'aceto, peperoni, cipolle, pomodori, …(a questo proposito potete dare un'occhiata alla nostra guida per come fare le conserve biologiche.

La frutta

Fate dei frullati prima che la vostra frutta appassisca: banane, more, mirtilli, fragole, lamponi, meloni, pesche. Sbizzarritevi. Datevi alle marmellate Essiccate la frutta per creare il vostro muesli su misura

Preparate una macedonia aggiungendo, allo zucchero e limone, un pizzico di cannella e cardamomo. Mettetela all'interno di panini al latte e presentate come un kebab dolce: i vostri ospiti resteranno stupiti.

Usate i torsoli delle mele, se non li mangiate al naturale, per fare una salsa di mele

Usate la scorza dell'anguria per realizzare dei gustosi sottaceti.

Potete preparare un crumble con praticamente qualsiasi frutto abbiate in casa: componetelo e mettetelo in forno oppure lasciatelo crudo e conservate in freezer per futuri dessert dell'ultimo minuto.

Le erbe

Fate un trito dell'erba aromatica che preferite e mettetela con un po' d'acqua nel contenitore per il ghiaccio, così da poter far scivolare il cubetto nella padella quando vi servirà. Potete anche fare dei mix ad hoc.

Quando comprate il prezzemolo, generalmente ne avete molto più della quantità che riuscite a consumare fresco prima che inizi ad ingiallire. Pulite tutte le foglie e conservatele in freezer (personalmente consiglio di non tritarlo), in modo da averne sempre una scorta pronta.

Se la vostra piantina di basilico sta arrendendosi ad un triste destino, oltre a leggervi i nostri suggerimenti per coltivare le piante sul balcone , usate le foglie un po' appassite per un pesto e, se vi dovesse avanzare….basta leggere i nostri 10 modi per riutilizzarlo

Fate seccare le vostre erbe e conservatele in contenitori ermetici.

La carne

Non buttate via le ossa del pollo arrosto: usatele per preparare un brodo di carne da usare subito o conservare in freezer. Lo stesso vale per il manzo, il vitello e il maiale. Il grasso che eliminate dalla carne può essere riutilizzato per creare del mangime per gli uccelli

Il pollo avanzato può essere riciclato in insalate, ripieno per panini, polpette. L'arrosto e il roastbeef possono essere aggiunti a zuppe di verdure. I latticini Avete dei pezzetti di diversi formaggi, avanzati magari dall'aperitivo? Metteteli insieme per un'improbabile ma goduriosa pasta ai… molti formaggi. In alternativa, fate fondere il formaggio avanzato e usatelo per ispessire purè e salse. Potete congelare il latte , ebbene sì. Mettetelo in un contenitore più grande della quantità che dovete conservare (si espande) e conservate in freezer. Inserite nel mixer il parmigiano avanzato e del pane secco e fatene delle briciole saporite per gratinare le verdure.

Le uova

Anche le uova si possono congelare! Rompetele, sbattetele con una forchetta e usatele per riempire il contenitore per il ghiaccio: due cubetti corrisponderanno a un uovo grande.

Le bevande

o tè avanzato? Riempite i cubetti del ghiaccio e usateli per un caffè freddo estivo o per abbattere la temperatura quando rischiate di ustionarvi la lingua. Il vino rimasto in fondo alla bottiglia è ottimo per aggiungere un tocco aromatico a un risotto, a uno spezzatino o a delle verdure stufate. E lo stesso potete fare con la birra.

Anche il brodo può essere conservato in freezer, per essere usato in mancanza di tempo.

Il barattolo del miele è praticamente finito ma ne è rimasto attaccato un po' alle pareti? Aggiungete del limone spremuto (che lo staccherà) e dolcificate il vostro tè o tisana.

Il pane, la pasta, il riso, la polenta

Fate dei crostini con le fette di pane avanzato, tagliandolo a cubetti e facendolo rinvenire in poco olio e qualche erba aromatica.

Trasformate il pane secco in pangrattato: potete anche fare dei mix di pani diversi o aggiungere mandorle o nocciole tritate per rendere le vostre panature più croccanti.

Surgelate il pane secco per trasformarlo come descritto qui sopra in un secondo momento.

Aggiungete il pane secco a pezzi alle zuppe per renderle più corpose.

Vi segnaliamo una raccolta di ricette fatte con il pane avanzato trovata sul blog “Mangia e bevi”

Pochi spaghetti rimasti? Sbattete un paio di uova, aggiungete un po' di parmigiano grattugiato, sale e pepe e buttate in padella la più classica delle frittate con gli avanzi.

Il riso bianco può essere riciclato in insalata, in crocchette, in tortine: date sfogo alla vostra immaginazione e fondo al vostro frigo.

La polenta è forse ancora migliore il giorno dopo, affettata e grigliata, accompagnata a piacere, passata in padella con un po' di burro e formaggio o condita come una pizza.

E voi, avete qualche altro spunto che vorreste condividere con noi? Al di là di tutte le soluzioni possibili, l'importante è che cerchiamo ogni giorno di ridurre al minimo ” e far ridurre anche ai nostri conoscenti ” gli sprechi alimentari. Diffondete, gente, diffondete…

Ilaria Brambilla

Fonte: greenme.it

Condividi questo articolo