Consigli sul sesso? Le ragazze preferiscono parlarne con i papà

Spiegare il sesso ai figli: questione spinosa, soprattutto se si tratta di figlie, più vulnerabili e sensibili dal punto di vista sentimentale e fisico. Eppure il sesso andrebbe affrontato prima in famiglia, almeno a livello, come dire, “enciclopedico” e comportamentale, per far capire ai giovani che la sicurezza in questo ambito è molto importante.

La faccenda contraria però non ha lo stesso impatto plateale: parlare di sesso con i genitori; è difficile? E' possibile? E' impensabile? Sorprendentemente, da una ricerca condotta alla New York University, è risultato che tra le 250 ragazze intervistate, tra i 19 e i 21 anni, è diffusa la convinzione che parlare di sesso con i loro padri, le avrebbe aiutate ad affrontare meglio le prime esperienze.

Pare che sia stato dimostrato da studi precedenti che parlare di sesso con i genitori sia causa effettivamente di un comportamento più consapevole, con un minor numero di rapporti sessuali iniziati in un'età più avanzata, rispetto alla media odierna. Il fatto che siano le ragazze stesse ad ammettere che parlare di sesso proprio con il loro papà le avrebbe aiutate, significa che forse i giovani percepiscono una mancanza in questo senso, da parte dei genitori stessi.

Le ragazze intervistate nello studio credono che conoscere in anticipo i pensieri maschili riguardo al sesso, soprattutto in adolescenza, sarebbe stato loro molto utile, magari per evitare delusioni o semplicemente per aspettarsele, senza cattive sorprese. E pare che sempre le ragazze individuino come persona più adatta a queste confidenze, proprio il genitore di sesso maschile.

pinkblog.it

Condividi questo articolo