Consumi, Cia: ora partono gli sconti su pandori e panettoni

Partono i saldi anche su pandori e panettoni: fra offerte speciali, ribassi di prezzo e “tre per due”, i dolci natalizi possono arrivare a costare anche la metà. E le famiglie colgono al volo le offerte della grande distribuzione portando a colazione i dolci del Natale al posto di altri prodotti: “Per tutto il mese di gennaio tre italiani su cinque trasformeranno i due dolci “simbolo” di Natale in prodotti per la prima colazione, con un occhio puntato al risparmio e uno al riciclo”, dice la Cia-Agricoltori Italiani.

“Passato il Capodanno e trascorsa l’Epifania, infatti, sono partiti non solo i saldi invernali nei negozi, ma anche quelli sugli alimenti tipici delle feste e nei punti vendita della Gdo, dai supermercati ai discount, si possono comprare pandori e panettoni a prezzi davvero convenienti -sottolinea la Cia- con sconti che superano anche il 50% e moltissime offerte “paghi due, prendi tre”. Un’occasione di risparmio che oltre la metà degli italiani coglie al volo, tanto più che questo tipo di saldi è di natura prettamente commerciale e non riguarda assolutamente la qualità e la salubrità dei prodotti”.

Allo stesso tempo, crisi e calo del potere d’acquisto hanno reso gli italiani più attenti a evitare gli sprechi alimentari, dicono gli agricoltori: ben il 64% delle famiglie – ricorda la Cia – dichiara di aver diminuito gli sprechi alimentari e di aver fatto ancora più attenzione a Natale, adottando “trucchi” in cucina per non buttare via nulla, a partire proprio da pandoro e panettoni. Che non solo diventano ottimi sostituti delle brioche al mattino, ma possono trasformarsi anche in perfette basi per semifreddi, torte, tiramisù e zuppe inglesi.

Condividi questo articolo