Consumi, Findomestic: previsioni di spesa in aumento per tutti i mercati

Italiani sempre più interessati ai saldi di fine stagione, con intenzioni di acquisto in aumento nel prossimo trimestre, un’aspettativa di risparmio in crescita nei prossimi 12 mesi e tendenze positive per tutti i mercati: c’è un aumento delle previsioni di spesa per viaggi, vacanze, elettrodomestici, elettronica, casa e mobili. La fine dell’anno si è caratterizzata per il miglioramento generale della soddisfazione degli italiani sia per la situazione personale sia per i segnali di ripresa visti nel paese. Il quadro emerge dall’Osservatorio mensile Findomestic.

Sul versante dei consumi, l’anno inizia con i saldi invernali: gli italiani hanno un crescente interesse per gli sconti di fine stagione, tanto che circa la metà degli intervistati pensa di poter fare dei veri e propri affari in questo periodo e il 68% dichiara di aspettare i saldi per effettuare i propri acquisti. Lo sconto che si attende sarà in media del 46% (come lo scorso anno) e comunque non deve essere inferiore al 35% per essere considerato accettabile e conveniente.

L’analisi di Findomestic evidenzia inoltre un andamento positivo anche per i viaggi e le vacanze: il miglioramento della situazione economica ha invogliato gli italiani a partire, sebbene abbia influito la percezione del rischio terrorismo. C’è una ripresa consistente per i nuovi capi di abbigliamento “non di alta moda” che hanno registrato +10 punti nelle intenzioni d’acquisto rispetto allo scorso anno. In generale, lo sguardo sulla situazione del Paese evidenzia un aumento del livello di soddisfazione sia per il contesto economico, politico e sociale sia per la condizione personale; aumenta anche l’aspettativa di risparmio per i prossimi 12 mesi attestandosi al 20,8% rispetto al 19,7% del mese precedente.

Con un quadro del genere, le previsioni di spesa e di acquisto sono positive per tutti i comparti: aumentano così le intenzioni di acquisto per il settore dei viaggi e delle vacanze che passano da 34,5% al 36,9%; aumentano le previsioni di acquisto per il comparto degli elettrodomestici, dai grandi all’elettronica di consumo ai piccoli, con una spesa prevista costante a circa 600 euro per l’elettronica di consumo; il trend positivo si estende inoltre al settore dell’informatica, della fotografia e della telefonia. Quadro buono anche per il settore casa e arredamento: sono positive sia le intenzioni di acquisto di una casa nuova (dal 6,4% al 7%) sia i dati relativi al progetto di ristrutturazione (dal 11,1% al 12,5%). Intenzioni di acquisto in aumento anche per i mobili, con una spesa prevista di circa 1735 euro.

Condividi questo articolo