Cosa spetta per la Paternità: Permessi, Ferie

E' vero che si ha diritto a 3 giorni di paternità dal lavoro, pagati (che si aggiungono alle normali ferie)? Molti si interrogano su questo aspetto importante. C'è un po' di confusione infatti sul fatto se effettivamente, dal giorno del parto e per i 2 giorni seguenti, si ha diritto a percepire un congedo dal lavoro pagato.

E' bene sottolineare che per quanto concerne ferie e permessi per paternità, molto dipende dal contratto. Alcuni permettono infatti di inserire in bustapaga la dicitura ferie e non congedo per paternità. Durante il primo anno del nuovo nascituro comunque si possono chiedere permessi di due ore per l'allattamento.

Nell'accezione comune comunque paternità indica la condizione di padre. Da questo concetto di paternità biologica derivano quelli di paternità adottiva e spirituale. I soggetti titolari del rapporto previdenziale sono tutte le lavoratrici subordinate, autonome e libere professioniste. Sono comprese nella tutela anche le lavoratrici sospese, assenti dal lavoro e disoccupate.

Titolare del rapporto di previdenza (che garantisce permessi e ferie supplementari) è anche il padre, cui la legge riconosce il diritto di assentarsi dal lavoro in sostituzione della madre sia durante il periodo di astensione obbligatoria, sia durante quello di astensione facoltativa. L'evento maternità e paternità comprende anche quello che si realizza mediante adozione.

La protezione riguarda:

· il periodo di astensione obbligatoria: nei due mesi precedenti la data presunta del parto e nei tre mesi successivi la data effettiva è prevista la sospensione dal servizio.

· il periodo di astensione facoltativa successiva al parto: è riconosciuta ad entrambi i genitori (e quindi anche al padre per paternità) nei primi otto anni di vita del bambino, per un periodo complessivo di 10 mesi. è previsto in questo caso un limite di sei mesi per ciascun genitore (ma il padre può chiedere un mese in più) con conseguente allungamento del periodo ad 11 mesi.

Fonte:www.portaldiritto.com

Condividi questo articolo