Dal 2001 è quasi raddoppiato il costo della vita notturna

Andare al cinema a Firenze costa in media 7 euro, più che a Napoli o Palermo (6,50 euro) ma meno di Roma e Milano (7,50); per una pizza margherita sono più convenienti Napoli (4,50) e Catanzaro (5), mentre Roma è decisamente più cara (7); un ingresso in discoteca costa mediamente 10 euro a Palermo e 13 a Firenze, mentre a Milano e Roma ne servono 15. Soltanto 5 anni fa, prima dell'entrata in vigore dell'euro, andare a ballare costava invece circa la metà, ovvero 10 mila lire. Lo rileva un'indagine del Codacons sulle spese che i giovani italiani sostengono quando escono la sera con gli amici o con la ragazza/o.

La ricerca, condotta su un campione di 5 città (Palermo, Napoli, Catanzaro, Roma, Firenze e Milano), prende in esame alcune delle spese del divertimento: dal cinema alla discoteca, dalla birra al pub. L'obiettivo era un confronto tra i costi del divertimento notturno fra nord e sud Italia, ma anche verificare come siano aumentati i prezzi dal 2001 ad oggi, dopo l'introduzione della nuova moneta. Per ogni capoluogo sono stati presi in esame circa 10 esercizi per ciascuna categoria analizzata.

Dall'indagine si scopre, così, che Firenze è la città più conveniente per un concerto rock, 25 euro contro i 40 di Milano, Palermo e Catanzaro ma anche che, nel 2001, la media era di 45 mila lire. Milano e la capitale (9 euro), seguite da Napoli (8), sono invece le città dove una birra e patatine al pub costano di più. Prezzi quasi raddoppiati rispetto alle vecchie 10 mila lire del 2001. Se un tempo la spesa per i preservativi era di 8.000 lire, oggi questo prodotto è più conveniente nel capoluogo campano e in quello della Calabria (5 euro), mentre altrove la media è di sei euro. Un cocktail in discoteca costa in assoluto di più (10 euro) a Milano, prima dell'euro sarebbe costato quasi la metà, tra le 8 e le 10 mila lire.

Fare benzina è invece leggermente più vantaggioso nel capoluogo toscano – 1,250 euro a litro – con un risparmio medio di circa 10 centesimi, ma sempre più caro delle 2.045 lire di cinque anni fa. Dati alla mano, sommando i costi di una pizza, l'entrata in discoteca e un cocktail la spesa media nel 2001 era di circa 30 mila. Secondo il Codacons oggi un giovane a Firenze spende 26 euro, a Roma 30, a Milano 31, a Napoli 29,5, a Catanzaro 26 e a Palermo 25,5.

''Il divertimento, lo svago e la cultura costano sempre di più in Italia – ha detto Carlo Rienzi, portavoce Codacons. Anche per questo è calato il numero di cittadini che si recano al cinema, in discoteca o semplicemente a mangiare una pizza al ristorante. I più colpiti dal fenomeno sono soprattutto gli studenti, in particolare quelli fuori sede''.

''Per abbattere il disagio sociale dei giovani e gli aumenti – ha aggiunto Rienzi – il nuovo governo dovrà prevedere nelle località universitarie costi di affitto delle stanze a prezzi calmierati e incentivi in favore dei locali autogestiti da cooperative di giovani, che possono creare concorrenza e far scendere i prezzi di discoteche, circoli e pub''.

Fonte: Mia economia

Condividi questo articolo