Detrazione per televisori digitali

Il consumatore che acquista nel 2007 un televisore digitale e che è in regola con il canone di abbonamento Rai potrà detrarre nel 2008 dall'IRPEF una parte del costo del televisore fino ad un massimo di 200 euro.

Lo prevede ildecreto del ministero delle Comunicazioni del 3 agosto 2007 (file in formato .pdf) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 22 settembre scorso.

Obiettivo del provvedimento è favorire il rinnovo del parco degli apparecchi televisivi in vista della transizione al digitale e di avviare una nuova cultura del digitale tra le famiglie italiane.

Tale trasformazione è incoraggiata e sostenuta anche dalla Commissione europea che, nella comunicazione “i2010 – Una società europea dell'informazione per la crescita e l'occupazione”, ha sottolineato che l'abbandono della radiodiffusione televisiva terrestre in tecnica analogica, previsto entro il 2012, migliorerà l'accesso allo spettro delle frequenze in Europa.

In quest'ottica di sensibilizzazione e di “educazione al digitale” della popolazione, che è l'obiettivo primario della misura prevista dalla nuova legge finanziaria, vi è anche da tenere in conto che la migliore qualità dell'immagine per i fruitori, garantita da un televisore con la tecnologia digitale integrata, potrà fare da traino per l'acquisto di apparecchi già pronti al passaggio al digitale.

Come espressamente previsto dall'articolo 1, comma 361, della legge finanziaria 2007, le caratteristiche cui devono rispondere gli apparecchi televisivi che possono beneficiare del bonus fiscale, sono definite in modo tale da “garantire il rispetto del principio di neutralità tecnologica e la compatibilità con tutte le piattaforme trasmissive esistenti”.

La scelta operata, quindi, è nel senso di incentivare l'acquisto degli apparecchi televisivi con sintonizzatore digitale integrato, senza discriminare alcuna tecnica trasmissiva esistente.

Fonte: ministero delle Comunicazioni

www.governo.it

Condividi questo articolo