E' la nuova leva di maschi: forti, autonomi, indipendenti e liberi. E fanno le faccende domestiche.

Occhio! non sono donne, non sono gay, e soprattutto non sono rammolliti… sono però i nuovi “re della casa”. Si chiamano “i casalinghi italiani”, e dopo una timida presentazione in pubblico si sono costituiti in una associazione

 attivissima dal nome Movimento Uomini Casalinghi ( via Crociale 104, Pietrasanta – LU tel. 3339034252). E la tendenza a smussare gli angoli è davvero forte. Infatti, secondo un recente sondaggio della Swg di Trieste, solo il 7% degli intervistati (300 uomini tra i 18 ei 64 anni) ha dichiarato di non svolgere alcuna attività domestica, il resto degli uomini invece si dedica quotidianamente alle faccende domestiche. E tra questi ben il 79% assicura di occuparsi sia della spesa settimanale sia della cucina (il 62%). Ma non è tutto: sempre il movimento casalinghi italiani ha scoperto che al primo “Master in home management” organizzato a Milano da una Multinazionale di prodotti per la casa, ben otto (dico otto) iscritti su dieci erano uomini, segno

lampante della sempre più marcata adesione alla cura del focolare domestico anche da parte del nuovo “lui”. A questo proposito l'associazione promuove corsi e incontri di ogni genere affinché “l'uomo recuperi e riscopra il proprio spazio domestico” tanto che ha stilato un prontuario al quale

“l'uomo domestico” si attiene (domesticamente) del tipo:

l'uomo casalingo è uomo alla potenza, in quanto può occuparsi da solo delle faccende domestiche e ne assume tutte le responsabilità quando la donna lavora fuori casa.

l'uomo casalingo è pacifista, perchè ripudia ogni cultura di guerra e alla guerra e alle armi sostituisce il dialogo.

L'uomo casalingo è un uomo libero, perchè dal momento che si occupa della casa lo fa in modo libero senza costrizioni.

L'uomo casalingo ama il suo lavoro perchè colui che sceglie di fare il casalingo a tempo pieno rivendica la sua professione ed è attento a ogni problematica

L'uomo casalingo è testimone del suo tempo perchè tra l'altro favorisce la donna nei ruoli sociali e vive il cambiamento della società.

Per saperne di più: www.uominicasalinghi.it

Fonte:   http://www.bazarweb.info/testi_maggio/premilli_gender_testo_mg.htm

Condividi questo articolo