Enel mette energia in difesa

Apre in rialzo di circa l'1% Enel, all'indomani di una seduta in cui il colosso energetico italiano era stato tra i pochi a chiudere in leggero progresso mentre il resto del listino veniva travolto dalle vendite. Enel sembra beneficiare del piano di espansione all'estero che ha visto nelle ultime settimane la società guidata da Fulvio Conti concludere positivi accordi in Slovacchia e Romania mentre resta aperta la partita per il controllo della francese Suez.

Di questo i vertici del gruppo italiano hanno parlato nel recente road show, che dopo Milano e Londra è approdato ieri a New York. In piazza Affari c'è molta attesa anche per gli incontri programmati per la prossima settimana, quando la società sarà a S. Pietroburgo per un convegno preparatorio del G8 di luglio, con i vertici di Gazprom e con quelli di altri big russi del settore, che potrebbero preludere a futuri accordi in particolare con alcune società regionali.

Per quanto riguarda l'affaire Suez, Fulvio Conti in un'intervista al Corriere ha confermato che l'interesse per la società francese rimane, e che per questa ragione resta aperto il finanziamento da 50 miliardi di euro acceso con i principali istituti, funzionale all& apos;ipotizzata OPA.

Per quanto riguarda l'analisi tecnica, agli attuali livelli di 7,1 euro, il titolo incontro un'importante resistenza la cui eventuale rottura potrebbe spingerlo ai nuovi massimi. Gli acquisti in questa fase, sembrano essere favoriti dal carattere difensivo dell'azione, testimoniato da un rendimento che rispetto all'ultimo dividendo di 44 centesimi, è superiore al 6%.

Per questo, il titolo è certamente indicato per i risparmiatori più prudenti in ottica di medio-lungo periodo, per le prospettive di crescita e considerato che garantisce un rendimento ben superiore a quello dei titoli di Stato.

Fonte: Mia Economia

Condividi questo articolo