ENERGIA. Bollette più care, l'Authority aggiorna prezzi di riferimento

Dal primo di luglio le bollette di elettricita' e gas saranno più care: l'Autorita' per l'Energia Elettrica e il Gas ha infatti pubblicato, ieri, l'aggiornamento trimestrale dei prezzi di riferimento che per l'energia elettrica saliranno dell'1,9% ''sostanzialmente per effetto del sostegno alle fonti rinnovabili'' mentre il gas aumenteranno del 4,2% a causa ''dell'incremento delle quotazioni internazionali del petrolio (+35% al barile in euro negli ultimi nove mesi)''.

In particolate, spiega l'Authority, per l'energia elettrica, l'aumento dell'1,9% dei prezzi di riferimento (a 16,29 centesimi per kw/h), determina una maggiore spesa di circa 8 euro su base annua per la famiglia tipo, con consumi medi di 2.700 kilowattora l'anno e una potenza impegnata di 3 kW. La spesa media annua sara' pari a 445 euro.

Per il gas naturale, l'incremento del 4,2% dei prezzi di riferimento ''qualora dovesse protrarsi anche oltre la stagione estiva'' determinerebbe un aumento di poco piu' di 44 euro della spesa annua di una famiglia tipo residente, con riscaldamento individuale e consumi medi di 1.400 metri cubi l'anno a 1.116 euro.

''Per contenere almeno in parte le bollette gas in previsione dei maggiori consumi invernali – spiega il Regolatore – l& apos;Autorita' ha deciso di applicare anche per il prossimo anno la formula di aggiornamento dei prezzi del gas che consente di trasferire a beneficio dei consumatori i minori prezzi della materia prima registrati sui mercati spot e per le rinegoziazioni dei contratti a lungo termine; tutto cio' rispettando i contratti in essere e l'equilibrio economico-finanziario degli operatori di settore''.

2011 – VC

Condividi questo articolo