ENERGIA: MATTEOLI, INDIVIDUATI INCENTIVI PER RINNOVABILI

Il ministro dell'ambiente Altero Matteoli assicura nuovi facilitazioni per la produzione di elettricita' da fonti rinnovabili. Intervenendo al convegno Rinnova organizzato dall'Enel a Pisa, Matteoli annuncia che “dopo una serie di riflessioni, abbiamo deciso di procedere e abbiamo anche individuato gli incentivi per avere energia da fonti rinnovabili maggiore che in passato”.


Matteoli risponde indirettamente all'amministratore delegato dell'Enel Fulvio Conti che osserva che “benche' di incentivi ce ne siano molti su eolico, fotovoltaico, Cip6, tuttavia alcuni mancano, altri non sono sufficienti e altri ancora non servono”. Per Conti, quindi c'e' un “problema di allocazione: vi sono incentivi corretti e altri che vanno tolti da certe fonti dove non sono necessari perche' non collegati all'effettiva produttivita'”. Insomma, gli incentivi “vanno redistribuiti in modo mirato, in maniera intelligente, privilegiando tecnologie effettivamente migliorative”. Alla domanda se l'Enel possa indirizzare all'estero i propri investimenti, quantificati in 1,7 miliardi di euro in quattro anni per le fonti rinnovabili, qualora si frapponessero in Italia ostacoli autorizzativi e un quadro normativo incerto, Conti frena: “se per assurdo non potessimo fare gli impianti in Italia, li faremmo all'estero”. Tuttavia, precisa, “nonostante gli ostacoli, le incongruenze e i ritardi, resto ottimista”.

Fonte AGI

Condividi questo articolo