ENERGIA. Ue: edifici più efficienti e bollette meno care

Il Parlamento Europeo ha appena approvato la nuova normativa sull'efficienza energetica degli edifici che porterà ad una riduzione delle bollette energetiche e al taglio del 20% del consumo energetico da parte dell'Unione Europea. La nuova direttiva stabilisce i requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici di nuova costruzione e per quelli già esistenti.

Tutti gli edifici costruiti dal 2020 in poi dovranno possedere elevati standard di risparmio energetico e dovranno essere alimentati principalmente con forme di energia rinnovabili. Per gli immobili già esistenti si incentiveranno i proprietari a fare lavori di ristrutturazione, installando contatori intelligenti e sostituendo gli impianti di riscaldamento, quelli idraulici e i sistemi di climatizzazione con soluzioni alternative ad alta efficienza energetica, come le pompe di calore. Saranno poi previste ispezioni regolari alle caldaie e ai sistemi di climatizzazione. Domani il Parlamento Europeo dovrebbe approvare anche la nuova struttura del marchio dell'Unione Europea sull'efficienza energetica.

2010 - redattore: GA

Fonte: www.helpconsumatori.it

Condividi questo articolo