Energia, UNC: Italia tra i paesi più cari. Il Governo intervenga per ridurre le imposte

Secondo i dati Eurostat resi noti oggi, l’Italia si colloca tra i Paesi più cari dell’Ue per quanto riguarda il costo della bolletta energetica a carico delle famiglie. La spesa per il gas in Italia è infatti la quarta più alto nell’Ue in termini assoluti.

Ben sopra la media Ue anche l’impatto fiscale sulle bollette: 39% la tassazione sui costi dell’elettricità in Italia contro il 31% Ue, il quarto onere più alto, 35% sul gas contro il 23% Ue, il quinto più alto.

“Eurostat attesta che le accise e le imposte sull’energia in Italia sono esorbitanti e vanno abbassate, a cominciare dagli oneri di sistema, dove paghiamo gli incentivi per le fonti rinnovabili, per la messa in sicurezza del nucleare, per le imprese energivore e per le Ferrovie dello Stato”, ha dichiarato Pieraldo Isolani, Responsabile settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori.

“A questa situazione va aggiunto che l’aumento dei prezzi dell’energia derivante dalla eliminazione del mercato tutelato a partire dal 1° gennaio 2018 contenuta nel ddl concorrenza, produrrà un ulteriore aggravio per le famiglie ed un regalo alle società energetiche”, ha concluso Isolani.

Condividi questo articolo