EUROPA. In arrivo un nuovo regolamento per le bevande alcoliche

I ministri dell'agricoltura dell'UE hanno adottato oggi un nuovo regolamento relativo alle bevande alcoliche, sigillando così un accordo in prima lettura tra il Consiglio dei ministri e il Parlamento europeo. Il nuovo regolamento chiarifica la legislazione europea sulle bevande alcoliche, fondendo in un solo testo due regolamenti anteriori e adatta le regole tenendo conto dei cambiamenti tecnici, delle esigenze dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) e del sistema comunitario degli indicatori geografici.

 

Il nuovo regolamento definisce chiaramente tutte le bevande alcoliche e dovrebbe aiutare i produttori a commercializzare i loro prodotti con l'apporto di una maggiore leggibilità per i consumatori. Dopo la proposta della Commissione di dicembre 2005, uno dei principali soggetti di discussione è stata la definizione della vodka. Il nuovo regolamento non cambia nulla della definizione attuale, ma modifica leggermente le esigenze in materia di etichette. Per il futuro la vodka ottenuta partendo dai cereali o dalle patate sarà etichettata semplicemente come vodka. La vodka ottenuta a partire da altre materie prime porterà il nome di “prodotto a partire da”, completato dal nome delle materie prime utilizzate. Il nuovo regolamento entrerà in vigore 7 giorni dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell'UE.

Mariann Fischer Boel,membro della Commissione responsabile dell'agricoltura e dello sviluppo rurale ha dichiarato: “La conclusione di un accordo tra il Consiglio, il Parlamento e la Commissione alla prima lettura costituisce un successo maggiore. Sono orgogliosa di constatare che siamo stati capaci di arrivare ad un compromesso pragmatico sulla definizione della vodka che permetterà ai produttori di questo importante prodotto di continuare ad esercitare la loro attività. Penso che il nuovo regolamento contribuirà al successo dei nostri produttori e renderà le cose più chiare per i consumatori”.

Il nuovo regolamento preserverà la fama acquisita dalle bevande alcoliche tanto all'interno dell'UE quanto sul mercato mondiale, tenendo conto dei metodi di produzione tradizionali. Il regolamento riprende le disposizioni dell'accordo relativo agli aspetti dei diritti di proprietà intellettuale che riguardano il commercio (accordo TRIPS) e dell'accordo generale sulle tariffe doganiere e il commercio che sono parte integrante dell'accordo che ha istituito l'Organizzazione mondiale del commercio. Alcune definizioni sono state attualizzate grazie ai miglioramenti conseguenti al evoluzione tecnologica.

2007 – redattore: GA

Fonte: helpconsumatori.it

Pubblicato da: fiore

Condividi questo articolo