Faccende domestiche influenzano rapporti di coppia

Studio Usa, spendendo energie in un un settore si hanno piu' forze per altre attivita' Chi scopa in casa, lo fa di più a letto: questo gioco di parole potrebbe sintetizzare le conclusioni di uno studio pubblicato sull'ultimo numero del Journal of Family Issues. Lo studio ha scoperto che c'é un rapporto direttamente proporzionale tra impegno nei lavori domestici e frequenza nei rapporti di coppia.

Un rapporto che non cambia se a impegnarsi in faccende di casa sono gli uomini o le donne. Lavare il pavimento, stirare o mandare la lavatrice non sono certamente afrodisiaci né lo è vedere il partner che passa l'aspirapolvere o lava i piatti, concordano gli autori che hanno interpellato in proposito 6.877 coppie sposate. Ma il presupposto dello studio è che più si spendono energie in un settore della vita, più si hanno energie per altre attività, compresa l'attività sessuale.

Lo studio ha trovato anche una correlazione tra ore passate in un lavoro salariato e la frequenza del sesso in una coppia. 'Anziche' compromettere la vita sessuale a causa delle esigenze sul lavoro o in casa, questo gruppo di coppie sembra avere il sesso come priorita”, ha spiegato Constance Gager, la sociologa autrice dello studio di cui da oggi notizia il Wall Street Journal.

La Gager e i suoi colleghi sono rimasti sorpresi dai risultati dello studio: si aspettavano che sarebbero stati gli uomini a beneficiare più delle donne del rapporto sesso-lavori in casa per una sorta di “effetto ringraziamento” da parte del partner più tradizionalmente impegnato in faccende domestiche: hanno scoperto invece che l'effetto si applica in misura eguale per entrambi i sessi.

Un aumento dell'1 per cento nelle ore passate a lavare i panni o a stirare si traduce per una moglie nello 0,11 per cento di aumento nei rapporti sessuali mentre lo stesso aumento percentuale in impegni domestici per i mariti porta allo 0,06 per cento di intimità tra le lenzuole. “Non sembra molto ma è un dettaglio che fa la differenza: una coppia sopra la media in cui la moglie passa 68 ore in faccende di casa e il marito 45 farà sesso 15 volte di più in un anno di una coppia sotto la media dove l'impegno complessivo in casa è di sole 18 ore”.

 Lo studio rientra in un crescente interesse dei sociologi della famiglia su come i lavori domestici influenzano le dinamiche del matrimonio: un recente sondaggio del Pew Research Center ha scoperto che gli americani adulti mettono la condivisione delle faccende al terzo posto tra i fattori importanti nella vita di coppia dopo la fedeltà e una buona intimità sessuale.

di Alessandra Baldini

Fonte: www.ansa.it

Condividi questo articolo