Festa della donna, il Parlamento UE ripercorre 100 anni di storia e guarda al futuro

In occasione della festa della donna, che si festeggia in tutto il mondo l'8 marzo e che quest'anno compie 100 anni, il Parlamento Europeo organizza una serie di eventi che dureranno una settimana, a partire da oggi, 3 marzo. Secondo il Parlamento Europeo la festa delle donne è il momento per celebrare tutte le conquiste ottenute nell'ultimo secolo, ma anche per ricordare che c'è ancora molta strada da fare: ineguaglianze di genere, disparità di stipendi, accesso al mondo del lavoro e violenza restano questioni aperte.

Sul sito del Parlamento Europeo c'è un dossier che raccoglie le interviste a sei deputate europee che stanno lavorando o hanno lavorato su relazioni parlamentari importanti per le pari opportunità e i diritti delle donne, e le risposte dei tre uomini membri della commissione per i diritti delle donne del Parlamento. Perché, come dice uno di loro “la battaglia per l'uguaglianza fra uomini e donne, è anche una questione da uomini”.

Oggi è in programma una riunione organizzata dalla commissione per i diritti delle donne con i rappresentanti dei parlamenti nazionali su “donne e politica nell'UE”. Il tema sarà come aumentare la presenza delle donne alla vita politica e l'incontro vedrà la partecipazione di figure di spicco come l'ex-premier irlandese Mary Robinson e l'ex-presidente del Parlamento Europeo Nicole Fontaine. L'8 marzo, dopo i dibattiti in Aula sui rapporti di Mariya Nedelcheva (uguaglianza fra uomini e donne nel 2010) e Rovana Plumb (la povertà femminile nell'UE), i parlamentari festeggeranno la Giornata internazionale della Donna nell'emiciclo.

Condividi questo articolo