FISCO. Agenzia Entrate: incentivi a studenti bravi non sono tassabili

Gli incentivi economici dati agli studenti meritevoli fra i 14 e i 18 anni non sono tassabili. Non costituiscono infatti borse di studio tassabili come redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente perché non sono finalizzati a sostenere la frequenza di corsi di istruzione. è quanto comunica oggi l'Agenzia delle Entrate sottolineando che tali incentivi non rientrano “in alcuna delle categorie di reddito dettate dall'articolo 6 del Tuir e non rilevano né ai fini della tassazione né per gli adempimenti del sostituto d'imposta.

 Come annunciato nel comunicato del 28 ottobre scorso, l'Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 280/E di oggi rivede così l'interpretazione data con lo stesso documento di prassi n. 156 del 12 giugno 2009, a seguito di una più approfondita analisi della materia effettuata su indicazione del Ministro dell'Economia e delle Finanze, Giulio Tremonti”. Gli incentivi infatti riconoscono eccellenze in ambito scolastico e hanno l'obiettivo generale di “accrescere in senso ampio l'interesse degli studenti al conseguimento di un più elevato livello di formazione culturale e professionale& quot;.

2009 – redattore: BS

Fonte: helpconsumatori.it

Condividi questo articolo