Fondo politiche per la famiglia

Il Fondo Nazionale delle politiche per la Famiglia è nato con il decreto di aggiustamento dei conti pubblici del luglio 2006 e la sua dotazione iniziale è stata di 13 milioni di Euro. Con la Finanziaria 2007 il governo ha deciso di investire fortemente sulla famiglia e ha stanziato 210 milioni per il 2007 e 180 per gli anni 2008 e 2009, che si aggiungono alla dotazione iniziale, per un investimento complessivo pari a 583 milioni di euro nel triennio 2007-2009.

Ai sensi dell'art.1 comma 1252 della Finanziaria per il 2007, il ministro delle politiche per la famiglia emana un decreto che ripartisce gli stanziamenti del Fondo tra gli interventi indicati nella stessa legge.

Il decreto di ripartizione del Fondo, firmato dal ministro Bindi il 2 luglio 2007, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 23 agosto 2007.

In una nota del ministro delle politiche per la famiglia del 27 agosto scorso si precisa che il finanziamento per la lotta contro la pedofilia previsto dal decreto (stanziamento di 2.500.000 euro) è un finanziamento aggiuntivo rispetto alle risorse già stanziate che garantiscono il funzionamento del Comitato interministeriale di coordinamento per la lotta alla pedofilia (CICLOPE) e dell'Osservatorio per il contrasto della pedofilia minorile.

Sono infatti a disposizione del Dipartimento delle Politiche per la Famiglia – si legge nella nota – 1.500.000 euro per la realizzazione della Banca dati, strumento essenziale all'azione di prevenzione e contrasto della pedofilia. La lotta alla pedofilia e pedopornografia è un impegno interministeriale, riguarda i ministeri degli Interni, Giustizia e Comunicazioni, i fondi complessivi per contrastare il fenomeno sono molti di più.

Fonte: www.governo.it

Documenti da scaricare: Decreto di ripartizione del Fondo

Finalità del fondo: www.governo.it/ GovernoInforma/Dossier/fondo_politiche_famiglia/finalita.html

Interventi finanziati

Documenti correlati  Finanziaria 2007   (stralcio norme sulla famiglia)

Il dossier sulla    Conferenza nazionale della famiglia

 

Condividi questo articolo