Formato baby, prezzo maxi

Gelati, patatine, succhi di frutta, dentifrici e shampoo: tutti prodotti che finiscono spesso nel carrello della spesa delle famiglie italiane. Tuttavia lo stesso prodotto declinato nella versione per bambini in media costa il 46% in più.

Il motivo è presto detto, i genitori infatti sono pronti a spendere per i figli più di quanto spendano per sé stessi.

E questo le aziende lo hanno capito come testimonia la ricerca dell'Università Bocconi, che ha comparato il prezzo di 17 prodotti di largo consumo che prevedono la doppia versione adulti e ragazzi

Ebbene dallo studio, condotto sui prezzi del 2006, emerge che i prodotti destinati ai più ragazzi hanno un prezzo di vendita mediamente più alto del 46%. Non solo, infatti la forbice si è ampliata rispetto al 2004, quando la maggiorazione di costo non andava oltre il 32%.

Fonte: Mia economia

Condividi questo articolo