Freddo doppio: ecco i migliori frigoriferi combinati

Diversi modelli testati per capire punti di forza, punti di debolezza e quale è il frigorifero combinato migliore da acquistare. Freddo doppio Prestazioni nel complesso buone, anche se diversi modelli congelano troppo lentamente. Alla prova 23 frigo combinati, per scoprire che il migliore può farvi risparmiare centinaia di euro. A vederli in negozio fanno impressione: i frigoriferi combinati hanno dimensioni davvero imponenti. Ma può succedere che, una volta aperta la porta superiore o inferiore, si possano avere delle sorprese: non sempre lo spazio interno è così grande come sembrano promettere le dimensioni esterne. Quindi, il primo consiglio, quando andate ad acquistare un modello combinato, è quello di valutare bene gli spazi interni per capire se rispondono alle vostre esigenze. Dalle nostre prove risulta che il volume realmente utilizzabile è generalmente inferiore a quello dichiarato.

Guida all'acquisto

Di solito le dimensioni di un frigorifero combinato sono di circa due metri di altezza e circa 60-70 cm di larghezza/profondità. Da ricordare, calcolando l'ingombro, che attorno si deve lasciare un po' di spazio: l'apparecchio deve essere collocato a una certa distanza dagli altri elettrodomestici e dai mobili (almeno 1 cm ai lati e una decina di cm dal muro), per consentire una ventilazione corretta.

• Ingombranti. Il volume dei modelli combinati è adatto per una famiglia di almeno 3-4 persone. Altrimenti non vale la pena di acquistare modelli così grandi, non solo per il prezzo, ma anche per i consumi.

• No frost, senza brina. Tutti i modelli del test lo sono nella parte freezer, molti anche nella parte frigorifero. In realtà è molto importante che il freezer sia no frost, per evitare la formazione di brina e per mantenere la temperatura uniforme. In questo modo si hanno due vantaggi: non è necessario sbrinare periodicamente e si risparmia in termini di energia elettrica.

• Uno o due termostati? Meglio con due termostati separati: il vantaggio sta nel poter regolare separatamente frigo e freezer. Ad esempio, se si va in vacanza si può staccare il frigorifero e mantenere in funzione solo il freezer o viceversa. Tranne il modello della Whirlpool, tutti i frigoriferi del test hanno due termostati.

• E le spie? Meglio orientarsi su modelli dotati di spie luminose e acustiche che segnalano la mancanza di corrente e di sistemi elettronici che indicano la non corretta chiusura di una porta.

• Acceleratore di freddo. Si tratta di una funzione che permette di aumentare il freddo, mantenendo la temperatura interna costante quando si introducono grandi quantità di nuovi cibi nel frigorifero o nel freezer, ad esempio subito dopo avere fatto la spesa. Da notare che ben 12 modelli hanno ottenuto un giudizio insufficiente proprio perché sono troppo lenti nel congelare il cibo, e tre nel raffreddarlo. Se passa troppo tempo, il rischio è che i batteri abbiano modo di moltiplicarsi: la buona conservazione degli alimenti non è più garantita.

• Si può impostare la temperatura? Questo è possibile con i modelli che hanno un piccolo display. Praticamente tutti, tranne i modelli Hotpoint-Ariston e Indesit, dotati di un termostato meccanico.

Consumo energetico

Abbiamo calcolato per ogni frigorifero il costo annuo, solo in energia elettrica: si va dai 43 euro di Bosch ai 75 euro di Indesit PBAA33NF. Tutti i modelli del test sono di classe A+, solo Bosch è di classe A++, quindi se acquistati entro la fine di dicembre 2010 danno diritto agl incentivi.

Poco rumorosi

Le etichette dei frigoriferi non sempre riportano i decibel emessi, quindi è difficile farsi un'idea delle differenze nelle emissioni di rumore tra un modello e l'altro. Per valutare anche questo questo aspetto, che può essere importante per un elettrodomestico sempre acceso, abbiamo fatto giudicare rumore e vibrazioni da una giuria di utilizzatori, nelle diverse fasi di funzionamento: accensione del compressore (motore del frigo) e normale mantenimento. I modelli testati non fanno troppo rumore, né vibrano particolarmente: buoni giudizi per tutti.

Il nostro test

Molte delle nostre prove verificano le prestazioni che riguardano la conservazione dei cibi. Tra queste, una delle più importanti è la capacità di isolamento del freezer.

Isolamento e protezione

Abbiamo verificato quanto a lungo il freezer è in grado di mantenere la giusta temperatura interna in caso di blackout energetico o di rottura, impostando una temperatura esterna di 25°C Il limite da non superare è fissato a -9°C.

Incentivi: poco tempo

Acquistare elettrodomestici di classe A+ e superiore, fino al prossimo 31 dicembre, vi consente di usufruire degli incentivi previsti dalla legge finanziaria per chi acquista apparecchi a basso impatto ambientale: 20% del prezzo d'acquisto, fino a 200 euro. Per avere diritto alla riduzione si deve compilare un'autocertificazione in cui si indica il modo in cui è stato rottamato il vecchio apparecchio e la ditta che ha proceduto allo smaltimento (di solito il venditore ritira il modello vecchio). Conservate la fattura o lo scontrino con data di acquisto, classe energetica e dati dell'acquirente.

Cosa cercare in etichetta

Due cose sono importanti: il sistema di refrigerazione e i consumi. Per il tipo di refrigerazione, bisogna capire che cosa indicano alcune sigle un po' astruse. Per i consumi, ecco un esempio pratico per farvi capire che cosa intendono i produttori quando parlano di risparmio.

REFRIGERAZIONE – Di definizioni ne abbiamo lette tante in etichetta: sbrinamento automatico o totale , ventilato, no frost totale, electronic no frost. In pratica significa che i frigoriferi combinati non si devono sbrinare manualmente e che all'interno del freezer non si forma ghiaccio. Grazie a questo la temperatura interna rimane maggiormente uniforme.

CONSUMI – L'etichetta, a volte, riporta il consumo per 24 ore in kWh e il costo annuale, calcolato in base alla normativa. L'esempio di fianco è quello del Miglior Acquisto del test. Il costo annuo di energia, dichiarato dal produttore, è di 51 euro. Noi abbiamo fatto un calcolo più realistico (con apertura delle porte, introduzione di cibo avanzato o della spesa): il costo annuo di energia passa a 59 euro.

La nostra scelta: Frigoriferi combinati

LIEBHERR CN 3513

900 – 940 euro

Ottime prestazioni soprattutto nella prova di stabilità della temperatura e nella capacità di congelare in fretta. Però consuma più della media. Migliore del Test.

LIEBHERR CNes 3513

1.300 euro

Stesse prestazioni del modello qui sopra, ma con un prezzo decisamente elevato, determinato dal fatto che si tratta della versione in acciaio.

HOTPOINT-ARISTON SBL 2021 F/HA

700 – 750 euro

Miglior Acquisto. Buono il prezzo e la qualità è più che soddisfacente. Una sola pecca: il freezer non mantiene il freddo per molte ore in caso di blackout o di rottura. Buoni i consumi.

Fonte: altroconsumo.it

Condividi questo articolo