Genitori e figli: guida Notai-Consumatori su diritti e responsabilità

Secondo l’Istat in Italia ci si sposa sempre meno, ma sempre più spesso si fanno figli fuori dal matrimonio. Sono oltre 138mila, nel 2014, i figli nati da genitori non uniti da alcun vincolo matrimoniale (26mila in più rispetto a sei anni fa), una percentuale che raggiunge il 27,6% del totale delle nascite sul territorio nazionale, con punte che arrivano al 30% in zone come il Centro-Nord. La società cambia e la legge prova a venire in contro alle esigenze dei cittadini, spesso disorientati per quanto riguarda le scelte che riguardano i figli.

Per questo motivo, il Consiglio nazionale del notariato, con la collaborazione di 12 tra le più importanti associazioni dei consumatori, ha realizzato una guida semplice e breve sul tema della genitorialità e i suoi aspetti legislativi, alla luce delle novità del 2014 nel diritto di famiglia: Genitori e figli. La legge oltre gli affetti.

Per la prima volta, dopo il 1975, il rapporto tra genitori e figli agli occhi della legge è radicalmente cambiato, equiparando i nati all’interno e all’esterno del matrimonio e definendo un unico status di “figlio”. Da qui l’assunzione di una serie di diritti che costituiscono un vero e proprio “Statuto dei diritti del figlio”, come il mantenimento, l’educazione, l’istruzione, l’assistenza morale, ma anche doveri.

I cambiamenti introdotti possono essere considerati quasi epocali e per questo motivo “La collaborazione con il mondo delle associazioni dei consumatori continua ad essere fondamentale per poter essere realmente affianco ai cittadini, per semplificare e fare chiarezza così che a tutti sia data la possibilità di fare scelte consapevoli”, ha spiegato Albino Farina, consigliere nazionale del notariato. La guida prende in considerazione diversi aspetti della relazione genitori-figli: la responsabilità genitoriale che ha sostituito la potestà, ad esempio, ha aperto nuove prospettive, enfatizzando gli aspetti di cura morale e materiale; l’affidamento e l’adozione; la procreazione assistita; l’amministrazione di sostegno; la fase successoria e i relativi aspetti fiscali; il passaggio generazionale di un’azienda; ecc.

Questi vademecum sono sempre molto apprezzati dai cittadini”, precisa Roberto Tascini, presidente di Adoc, “Sono uno dei modi migliori per fare promozione nell’ambito della tutela e dell’estensione dei diritti”. La guida è distribuita gratuitamente dal Consiglio Nazionale del Notariato e dalle Associazioni dei consumatori coinvolte e sui rispettivi siti web.

Condividi questo articolo