"Gesti quotidiani": preservativi e caffé nei bar di Pietrasanta (Lucca)

Insieme al caffé, nello stesso piattino dove viene posato il cucchiaino, sarà appoggiato anche un preservativo. Accadrà il prossimo 24 luglio nei bar di piazza del Duomo a Pietrasanta, che hanno accettato di farsi promotori dell'iniziativa Anlaids nazionale e toscana per la prevenzione del contagio dell'Aids.

“Gesti quotidiani. Salvarsi la vita è facile come bere un caffé: usa il preservativo tutte le volte” è il titolo dell'iniziativa che ha l'obiettivo di sensibilizzare le persone all'uso del preservativo come oggetto abituale, da guardare come amico della salute contro il rischio di contagio da Hiv e dalle malattie veneree.

L'iniziativa, prima in Italia, patrocinata dal Comune di Pietrasanta, nasce da un'idea di Maria Cristina Tognetti, esponente Anlaids e autrice del libro “Tutti zitti” in cui racconta la sua storia con il fratello Stefano, morto di Aids.

La “promozione” di comportamenti sessuali sicuri è molto importante visto che nel nostro paese la modalità principale di trasmissione dell'Aids, è rappresentata dai rapporti sessuali non protetti: oltre la metà dei sieropositivi scopre la propria condizione troppo tardi, quando cioè è giunta alla fase conclamata.

Le stime effettuate sulla base dei dati disponibili indicano che in Italia sono attualmente presenti circa 160.000 persone Hiv positive viventi, di cui circa 22.000 con Aids. Un sieropositivo su quattro non sa di essere infetto. Ad accorgersi tardi dell'infezione, non sono più i tossicodipendenti, ma gli etero e gli omosessuali.

Fonte:  www.loschermo.it

Condividi questo articolo