Gli uomini non ascoltano le donne

Non è colpa della presunta distrazione ed insensibilità maschile, ma di una difficoltà fisiologica, causata dalle diverse lunghezze d'onda delle rispettive voci, la ragione per la quale gli uomini faticano ad ascoltare le donne quando parlano. Lo afferma uno studio scientifico britannico, secondo cui i toni acuti delle voci femminili faticano ad essere ricevuti, e riconosciuti, dal cervello dei loro interlocutori maschi, abituati ad altre tonalità.

Affidandosi ad una speciale tecnologia impiegata per la risonanza magnetica, il professor Michael Hunter dell'Università di Sheffield ha misurato la reazione del cervello stimolato da differenti impulsi vocali. E nel corso degli esperimenti ha rilevato come le sonorità femminili sollecitino l'intera area uditiva del cervello, diversamente da quelle maschili che si limitano ad agire sull'area sub-talamica, anche conosciuta come l'Occhio del Cervello.
“Una differenza di ricezione – commenta il DailyMail – che spiega le difficoltà degli uomini ad intrattenere una lunga conversazione con l'altro sesso. La voce femminile è molto più complessa di quella maschile – ha dichiarato il dottor Hunter -, a causa della differenza di misura e forma delle corde vocali, cos ìcome della laringe. Le donne hanno una voce naturale melodica con una maggior complessità di suoni”. “Ecco spiegato – conclude lo studio pubblicato dalla rivista scientifica NeuroImage -, il motivo che induce gli uomini, predisposti ad emettere, e ascoltare, suoni più basilari, a distrarsi quando parlano con il gentil sesso: la fatica di ascoltare una voce più soave ma che, per certi versi, resta incomprensibile.

“Le voci consentono al cervello di stabilire diversi fattori caratterizzanti dei propri interlocutori: è molto più complesso di quello che si creda perché le voci possono finanche rivelare l'identità di ciascuno di noi, anche senza l'incontro di persona”, ha concluso il professor Hunter.
Un precedente studio, condotto negli Stati Uniti, aveva invece evidenziato come le donne utilizzino durante l'ascolto entrambe le parti del cervello, diversamente dagli uomini che si affidano solo alla parte sinistra. Una prerogativa tipicamente femminile, di non poca utilità.
“Le ricerche suggeriscono che le donne sono in grado di sostenere due conversazioni contemporaneamente. Forse perché hanno più cervello a disposizione per questo genere di attività”, ha sottolineato infine Joseph Lurito dell'Università dell'Indiana, commentando la ricerca britannica.

Fonte: TGCOM

Condividi questo articolo