GUIDA ALL'ACQUISTO DELLA MACCHINA DEL PANE

La macchina del pane è un elettrodomestico da cucina che ultimamente sta prendendo piede anche in Italia, anche perchè i prezzi modesti, l'ingombro relativamente piccolo, e la necessità di risparmiare, e di mangiare genuino hanno fatto accrescere la voglia di usarla. E' un impastatrice con funzioni di lievitazione e cottura incorporate, utile anche per fare la marmellata e i dolci.

 

Solitamente con l'acquisto della macchina per il pane è compreso un o due cestello/i antiaderenti, dei misurini per gli ingredienti, un ricettario.

COME SI USA

La macchina del pane è uno degli elettrodomestici più facili da utilizzare. L'importante è, almeno quando non si è ancora pratici con le giuste dosi e tempi di cottura, seguire alla lettera le istruzioni riportate nel manuale, evitando di fare di testa propria per quanto riguarda le ricette. Una delle caratteristiche più interessanti sta nella possibilità di programmarne l'attivazione: in questo modo, se abbiamo bisogno di pane caldo per un determinato orario, è possibile inserire gli ingredienti quando più ci fa comodo e poi far partire la macchina del pane in maniera automatica.

Ogni macchina del pane è costituita da almeno 4 fasi che variano relativamente alle dimensioni e al tipo di programma che si imposterà. Preriscaldare gli ingredienti. Questa fase non è sempre presente, e consiste nell'aumentare lievemente la temperatura prima di impastare gli ingredienti inseriti nella macchina. Impastare Gli ingredienti vengono mescolati lentamente: al termine dell'impasto, la macchina dovrebbe emettere un segnale acustico in modo che si possano a questo punto aggiungere altri ingredienti nell'impasto. Lievitare. La macchina lascerà lievitare l'impasto attraverso più cicli, intervallati da un rimpasto del composto. Cottura.& lt;/B> Il pane viene cotto per il periodo necessario, impostato in precedenza.

 PREGI E DIFETTI

I pregi sono molti:
- Con la macchina del pane, chiunque può preparare il pane in casa, anche chi non l'ha mai fatto o chi non ha il tempo per impastarlo a mano
- Permette di risparmiare
- Si posssono scegliere ingredienti genuini
- Per chi soffre di intolleranza al glutine può farsi il “suo” pane senza glutine
- Permette di godere della fragranza del pane appena sfornato all'ora desiderata grazie alla possibilità di programmarne impasto e cottura.
- Risparmio di tempo e di fatica. Impastare a mano infatti è abbastanza faticoso. Con la macchina del pane una volta caricati gli ingredienti, ce ne si può dimenticare e in poco tempo avere un ottimo pane caldo.

Il vero limite o difetto, sta nel cestello, infatti la forma del pane ottenuto è quello “a cassetta” e non a tutti piace. In commercio esiste anche un modello con un tipo di supporto per cuocere 4 baguette. E' comunque possibile, “sfruttarla” anche solo per l'impasto e la lievitazione e cuocere il pane nel forno di casa dandolgi la forma desiderata.

RISPARMIO

E' sicuramente una delle prime cose che vengono in mente quando si compera la macchina del pane¡­ quanto risparmio al posto di acquistare il pane dal panettiere ? Il conto è presto fatto, anche se naturalmente dipende dalla quantità di persone in famiglia.

Facciamo il caso di una famiglia media che consuma 1 kg di pane al giorno. A 3 euro al Kg sono più di 1000 euro all'anno !!! Per ottenere lo stesso pane serve un Kg di farina tipo “0″ (costo circa 0,3 euro/Kg) e 10 centesimi di elettricità per ogni sfornata. In un anno sarebbero 146 euro !!! Quindi per la stessa quantità di pane avremmo un risparmio di 7 volte !!!

CONSIGLI

Croccantezza.
Per salvaguardare la croccantezza della pagnotta appena estratta dalla macchina del pane occorre procedere tagliandola in due parti con un coltello, per assicurare che il vapore acqueo trasudi attraverso la mollica e non attraverso la crosta. L'ideale è poi lasciarlo asciugare su una grata.Ricette
Per avere un buon risultato è avere una buona ricetta testata e seguirla alla lettera. Acquisita un pò di esperienza, ci si può divertire a inventare le varianti.

La giusta consistenza.
Dopo circa 10 minuti dall'inizio della lavorazione, aprire il coperchio della macchina ed osservare l'aspetto dell'impasto: deve avere una superficie piuttosto omgenea e muoversi intorno al recipente senza sgretolarsi nè restare appiccicato alle pareti.


- Se è troppo secco e si sgretola: aggiungere poca acqua, aspettare e guardare se si forma una palla
Troppo liquido: aggiungere farina, un cucchiaio alla volta ed aspettando qualche minuto affinchè sia stato incorporato, prima di aggiungerne ancora, se necessario.
Toccare con un dito la superficie dell'impasto: deve risultare leggermente “appicicosa” ma non lasciare tracce sul dito stesso. Se è troppo appiccicoso è anche troppo umido.
Se ci sono porzioni di impasto attaccate alle pareti, usare una spatolina morbida di plastica per staccarle e fare in modo che vengano assorbite dal resto.

Attenzione a…
…non aprire mai il coperchio della macchina durante le fasi di lievitazione e cottura: lo sbalzo di temperatura potrebbe far sgonfiare l'impasto.

…­estrarre il pane dal cestello. Togliere il cestello stesso dalla macchina appena finisce il programma di cottura lasciarlo raffreddare per dieci minuti, con l'aiuto di presine o guanti da forno, affarrare il contenitore, capovolgerlo e scuoterlo dall'alto in basso finchè il pane non uscirà.

…pulire bene l'interno della macchina e le lame dopo ogni cottura del pane. Per le caratteristiche delle macchine del pane fare comunque riferimento al venditore o al libretto fornito con la macchina.

Fonte: volantinoweb.it

Condividi questo articolo