I ‘nonni' italiani i più malnutriti d'Europa.

Maglia nera per i nonni italiani che mangiano poco e male. Nel menu degli “over 65″ scarseggiano frutta e verdura, ma anche cibi ricchi di calcio, e vitamina D.

Le cattive abitudini a tavola rappresentano uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo o l'aggravarsi negli anziani di molte malattie.
E' quanto emerge da una ricerca battezzata “Nutrage” realizzata dal Cnr-Sezione Invecchiamento di Padova, che ha fotografato le abitudini alimentari in sei Paesi europei rappresentativi di diversi modelli dietetici: Olanda, Svezia e Finlandia per il nord Europa, e Italia, Spagna e Grecia per il sud. Ecco cos'è emerso dalla ricerca: gli anziani italiani finiscono per mangiare poco e male e tra gli sbagli più comuni, l'accumulare in frigo cibi vecchi, scegliere quasi soltanto prodotti in scatola o bandire alcuni alimenti in modo drastico, magari per paura del colesterolo.
E poi c'è un dato curioso: nel regno della pizza, l'Italia, è preceduta solo dalla Grecia, mentre ai primi posti figurano Spagna e Svezia. Siamo in coda anche per il consumo di proteine, mentre risultiamo ai primi posti per consumo quotidiano di alcol.

Fonte: La tua Salute (Buongiorno.it)

Condividi questo articolo