I bambini e il senso del risparmio

Partendo dall'analisi e dalla consapevolezza della scarsa educazione al risparmio della nostra società la Federconsumatori ha deciso di sviluppare un progetto dedicato all'uso corretto del denaro, capace di fornire e diffondere informazione ed educazione a partire dai più piccoli, da coloro che in futuro dovranno fare i conti con l'economia domestica. Cassa Padana ha dato la disponibilità a diffondere queste conoscenze nelle scuole.

In questi ultimi tempi si sono registrate situazioni di forte, crescente indebitamento delle famiglie, con l'uso non sempre corretto del credito al consumo, dei finanziamenti personali, dei mutui sproporzionati rispetto alle possibilità economiche e al reddito percepito. Purtroppo la crisi dell'economia ha decisamente peggiorato una situazione che già faceva acqua da tutte le parti.

A tal fine è nata una bella favola illustrata, “La sfida dei cincilli” di Lidia Laffranchini, i cui protagonisti ” gli animali del bosco ” si sfidano per ottenere l'incarico di Capo dispensa per l'inverno. Sarà decretato vincitore colui che dimostrerà di saper usare al meglio i propri cincilli. Destinata ai bambini delle scuole elementari, la favola è correlata da schede didattiche e approfondimenti per un eventuale prosieguo dell'attività.

Cassa Padana ha aderito a tale progetto, offrendo la propria disponibilità per incontri gratuiti nelle scuole della durata di 1 ora e mezzo circa durante i quali, partendo dalle situazioni e dai personaggi della fiaba, vengono proposte ai bambini nozioni basilari sulla differenza tra debito e credito, sul risparmio, su debiti ‘necessari' e debiti superflui. Sono evidenziati i comportamenti scorretti e sconsiderati e le nefaste conseguenze che possono avere. Per contro sono valorizzati le buone azioni e l'uso oculato di quanto si possiede.

Le ‘lezioni' già tenute hanno suscitato l'interesse dei bambini, che hanno partecipato con entusiasmo proponendo le proprie esperienze personali in termini di risparmio e di gestione della propria ‘paghetta'. E' incredibile, ma, pur non sapendo esattamente definirli con termini tecnici, già hanno acquisito il concetto di tasso d'interesse, di prestito, di accantonamento, perfino di indennità di rischio! Piccoli risparmiatori crescono. Speriamo bene.
di Alice Cherubini
Fonte: www.e-cremonaweb.it

Condividi questo articolo