I casalinghi fanno più sesso

Rispetto agli anni Sessanta il numero di uomini americani coinvolti nei lavori domestici e nella crescita dei figli è triplicato, a tutto vantaggio della vita matrimoniale Gli uomini americani sono sempre più coinvolti nei lavori domestici e nella crescita dei figli, e vengono per questo ricompensati con un matrimonio più felice e una vita sessuale più attiva rispetto a chi, invece, lascia la maggior parte dei compiti in casa nelle mani della moglie o della compagna.



Uno studio del Council on Contemporary Families, associazione che studia il comportamento medio delle famiglie in America, ha messo a confronto diverse recenti ricerche e ha osservato che negli ultimi anni sempre più mariti hanno deciso di abbandonare il sofà in favore dell'aspirapolvere. Secondo le ricerche, dagli anni Sessanta il coinvolgimento degli uomini nei lavori domestici è raddoppiato se non triplicato, a tutto vantaggio della vita coniugale. “Se i ragazzi aiutano le loro compagne, dimostrano che ci tengono veramente a loro e non le trattano come serve, e questo porta la coppia ad aumentare la frequenza dei rapporti sessuali” spiega Joshua Coleman, autore di “The Lazy Husband: How to Get Men to Do More Parenting and Housework” ( Il marito pigro: come aumentare l'apporto dell'uomo nei lavori di casa e nella cura dei figli).

Ma, avverte Pamela Smock, sociologa dell'Università del Michigan, la disparità tra uomo e donna rimane ancora vistosa in quelli che chiama lavori di casa “invisibili”, come programmare gli impegni scolastici e extra-scolastici dei figli, comprare regali, organizzare feste e vacanze. Stando ai risultati dello studio, inoltre, la parità tra i sessi dentro le mura domestiche è più comune nelle famiglie bianche rispetto a quelle afro-americane, dove, in media, la maggior parte dei lavori di casa resta in mano alle donne.

Fonte: la stampa

a cura di E. Locci con la collaborazione di S. Berutto

Pubblicato da: fiore

Condividi questo articolo