I diritti dei bagnanti in un vademecum di Adiconsum

Accesso alla spiaggia libero e gratuito; diritto ad avere spiagge pulite ed un equa distribuzione tra spiagge in concessione e spiagge libere. Adiconsum ha stilato un utile vademecum da consultare per sapere tutto sui diritti fondamentali dei bagnanti. Questi i sei punti principali indicati dall'associazione dei consumatori:

  • L'accesso alla spiaggia è libero e gratuito: gli stabilimenti devono consentire il libero transito alla battigia (cioè la striscia di sabbia di 5 metri da dove arriva l'onda).
  • L'impedimento o la richiesta di un biglietto d'ingresso rappresenta una violazione che va denunciata alla Polizia Municipale, ai Carabinieri o alla Capitaneria di Porto;
  • La battigia è al servizio di tutti: la striscia di sabbia di 5 metri da dove arriva l'onda è un'area esclusa dalle concessioni. Il concessionario non ha alcun diritto su di essa. Chiunque può fare il bagno, appoggiare gli abiti, stendersi. Non si possono utilizzare oggetti ingombranti quali ombrelloni, sdraio, etc, poiché deve essere garantito il passaggio;
  • Equilibrio tra spiagge in concessione e spiagge libere: la legge prevede che le spiagge libere devono essere intercalate tra uno stabilimento e l'altro e non collocate nelle aree più lontane e disagiate. Quando l'equilibrio non è rispettato il bagnante può protestare al Comune o alla Regione;
  • Occhio ai prezzi: i prezzi praticati sono liberi ma devono essere rapportati alla qualità dei servizi;
  • Rischio di cementificazione: il cittadino può denunciare al Comune o alla Regione casi eclatanti di cementificazione della spiaggia o quando la continuità ininterrotta degli stabilimenti balneari comprime il libero accesso alla spiaggia e al mare.

2008 – redattore: VC

Fonte: helpconsumatori.it

Condividi questo articolo