i frutti di stagione: I Cachi

Gustosi e succulenti i cachi piacciono a tutti. Come desser, spolverati con cacao, ma anche al naturale. Per un pieno di energia. La varietà più diffusa? Quella orientale. Sodi, succulenti, dorati, I cachi (o kaki, alla giapponese) sono frutti che fanno pensare all'abaondanza e portarli in tavola nette subito allegria. Sono delle bacche con polpa più o meno morbida, frutto del Diospyros kaki, della famiglia delle Ebenacee (la stessa dell'ebano). Le varietà più conosciute sono il Loto di Romagna, il Vaniglia di Campania, lo Sharon Fruit. Le varietà originarie del Giappone oggi sono le più diffuse. I frutti, coltivati anche in Italia, sono sferici, di colore arancione caldo, talvolta tendente al rosso.

In Sicilia si coltiva in piccole quantità, destinate al mercato locale, anche una varietà originaria dell'Africa settentrionale, il Diospyros Iotus: il frutto citato da Omero e prediletto dagli antichi “lotofagi”, i mangiatori di loto. Non a caso, nella Sicilia orientale, i cachi vengono ancora chiamati loto. Per tornare ai giorni nostri, invece sono stati invece gli israeliani a mettere a punto la varietà Sharon Fruit o “cachi mela”, particolamente apprezzata perchè priva di semi. Sono frutti assai energetici, adatti per bambini e anziani e solo in caso di eccesso possono diventare pesanti per la digestione.

ESAME DI MATURITà

I cachi hanno una dolcezza caratterizzata da una nota leggermente acidula. Per poter essere gustati devono aver raggiunto la giusta maturazione: e bene perciò acquistare frutti morbidi, trasparenti, quasi gelatinosi all'interno, per evitare che “allappino”. Fanno eccezione gli Sharon Fruit, ottimi anche quando sono ancora sodi. In ogni caso, sono da scartare i frutti con la buccia macchiata o che presenta fessure.

NON SOLO DESSERT

I cachi maturi al punto giusto sono deliziosi al naturale: basta metterli in una coppetta di vetro trasparente, togliere il picciolo e scavare la polpa con un cucchiaio. Possono essere accompagnati da panna montata oppure spalmati con un velo di cacao amaro, ma anche utilizzati per creare gustose crostate. Ottima la marmellata. Lo Sharon Fruit si può gustare anche in una versione “salata” meno conosciuta: servito a fette, con una spruzzata di olio e aceto e un pizzico di sale, acccompagna egregiamente la carne affumicata.

Anche Essicati

Grazie al loro contenuto zuccherino, i cachi possono essere anche essiccati: basta spellarli con delicatezza quando sono ben maturi, appenderli per il picciolo a una cordicella e sistemarli in un luogo buio, fresco e ventilato. In

questo moda si asciugano come i fichi secchi, coprenidosi di una patina bianca e zuccherina. Le foglie dell'albero invece, sotto forma di infuso, sono utili per combattere insonnia e gastriti.

VALORI NUTRIZIONALI PER 100 GR. DI PRODOTTO

Calorie             65

Proteine         06 g.

Lipidi             0,30 g.

Carboidrati    16 g.

fibra               0,5 g.

VT. A           237 mcg

Potassio     108 mg

Fonte: News& lt;/FONT>

Condividi questo articolo