I ragazzi, le ragazze e la percezione della parità

Il tema della parità viene considerato un problema ancora attuale dal 76% dei giovani e dall'83% delle giovani donne, il 67% degli intervistati pensano che della parità si dovrebbe parlare di più soprattutto a scuola, nei mezzi di informazione, in famiglia e nei luoghi di lavoro: è quello che emerge da un'indagine commissionata dall'Assessore alle Pari Opportunità della Regione Emilia-Romagna Paola Manzini e realizzata dalla Doxa, attraverso 800 interviste telefoniche a campione rappresentativo dei giovani dai 14 ai 25 anni residenti in Emilia-Romagna.

Due terzi, il 67% di tutti gli intervistati, pensano che della parità si dovrebbe parlare di più, con più informazioni e scambi di opinioni e di esperienze su questo argomento, soprattutto nella scuola ed anche nei mezzi di informazione (TV e stampa), nelle sedi politiche, nei luoghi di lavoro e nelle famiglie.
La maggioranza (68%) dei giovani pensa che esistano oggi discriminazioni, cioè differenze di trattamento fra uomini e donne. Nella grande maggioranza dei casi (68%) vengono indicati gli ambienti di lavoro come luoghi in cui le donne vengono viste e trattate in modo diverso; nel 17% la politica e le cariche istituzionali, nel 14% le famiglie, nel 9% la scuola, nel 7% i mezzi di informazione e la pubblicità, nell'8% l'estero, altre culture, e nel 4% lo sport.Non tutti i lavori e le professioni vengono considerati adatti alle donne. Nel complesso, l'85% dei giovani considerano le donne molto adatte a fare le insegnanti; 67% molto adatte a fare il medico, 51% il dirigente nelle istituzioni e negli enti pubblici, 47% il dirigente di azienda, 48% il chirurgo, 44% il politico, 18% il poliziotto ed altrettanti l'operaio.
Da segnalare, invece, che il 10% di tutti gli intervistati e l'11% dei maschi considerano le donne poco adatte a fare il dirigente di azienda, il 33% dei giovani nel complesso e il 39% dei maschi poco adatte a fare il poliziotto.
Quasi tutti gli intervistati vivono con i genitori (94%); il modello familiare ha ancora molta strada nella realizzazione delle pari opportunità, ma è condiviso e in alcuni casi idealizzato dai giovani dell'Emilia Romagna.

Per saperne di più

Fonte: http://www.form-azione.it/pariopportunita/ ragazzi_parita.htm

Pubblicato da: fiore

Condividi questo articolo